Questo sito utilizza i cookie. Per maggiori informazioni consulta la nostra Politica sui cookie. Se per te va bene, continua a navigare. x
Accesso richiesto
Attenzione

Per accedere a quest’area è necessario effettuare la login al portale dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Brescia.

Buona navigazione.

Archivio eventi formativi

In quest’area sono presenti tutti gli eventi formativi passati ed è possibile scaricare
le dispense i il materiale didattico (ove disponibilie)

24

Giugno

14:30 - 16:30 

2 crediti
2 ore

visita

Presso la sede della suddetta società, Via Artigiani 63, Bienno (BS)
Visita tecnica presso laboratori CPM APAVE
La giornata sarà caratterizzata da una visita tecnica presso i laboratori con illustrazioni delle operative, funzionalità delle apparecchiature, livelli di certificazione e risultati.

PROGRAMMA:

Ore 14.15 Registrazione dei partecipanti
Ore 14.20 Saluti
Dott. Urbano Strada - Direttore Apave
Ing. Ippolita Chiarolini - Presidente AIC – Associazione Ingegneri Camuni
Presentazione
ing. William Landrini – referente visita e consigliere AIC – Associazione Ingegneri Camuni

Ore 14.30 Visita presso i laboratori per prove ed indagini di tipo civile: test di rottura provini c.a., analisi dei componenti e delle miscele, analisi barre di armatura, analisi chimica delle malte e prodotti correlati (Relatore Dott. Nicola Macchione)

Ore 15.45 Visita presso i laboratori per prove ed indagini di tipo meccanico: laboratorio di metallografia, pendolo di Charpy, analisi di trazione e durezza meccanica, prove in ambiente ad alta temperatura (Relatore Dott. Ing. Luca Berlinghieri)

Ore 16.30 Conclusione della visita
+ leggi tutto

21

Giugno

14:00 - 18:00 

4 crediti
4 ore

corso di aggiornamento

GOTOMEETING ONLINE
AGG. PREV. INCENDI_SISTEMI (O IMPIANTI) DI CONTROLLO DEL FUMO: DAL PROGETTO ESECUTIVO ALLA VERIFICA DI PRIMO FUNZIONAMENTO - ONLINE
Corso valido ai fini dell’aggiornamento in materia di prevenzione incendi, di cui all’art. 7 del D.M. 5/08/2011, finalizzato al mantenimento dell’iscrizione dei professionisti negli elenchi del Ministero dell’Interno ex D.Lgs. 139/2006.

Tutti i discenti dovranno essere muniti di webcam; durante l’intera durata degli eventi formativi la webcam dovrà essere attiva per permettere il riconoscimento del discente da parte di questo Ordine. Si chiede che il microfono sia invece spento per evitare disturbo alle lezioni e di scrivere eventuali quesiti tramite l’apposita chat, a cui darà seguito il tutor o il docente stesso. Si avvisano i discenti che saranno previsti appelli “a sorpresa” durante gli eventi formativi e che chi dovesse risultare assente a qualunque titolo perderà le ore di aggiornamento, i CFP.

PROGRAMMA:

13.45 ACCESSO PARTECIPANTI ALLA PIATTAFORMA E RILEVAZIONE PRESENZE

14.00 INIZIO LAVORI

1. Sistemi ENFC
a. Prestazioni del sistema (UNI 9494-1:2017) e progettazione esecutiva
b. Caso studio realizzazione impianto ENFC
c. Verifica di primo funzionamento, DICH. IMP. e manutenzione (UNI 9494-3:2014)

2. Smaltimento di fumo naturale
a. Soluzione conforme o alternativa?
b. Caso studio - l'impianto di smaltimento naturale con allegato G

3. Sistemi EFFC
a. Prestazioni del sistema (UNI 9494-2:2017) e progettazione esecutiva
b. Caso studio realizzazione impianto ENFC
c. Verifica di primo funzionamento, DICH. IMP. e manutenzione (UNI 9494-3:2014)

4. Filtri fumo e sistemi a differenza di pressione (PDS)
a. I sistemi a differenza di pressione nella norma UNI EN 12101-6
b. Caso studio realizzazione sistema di pressurizzazione di un vano scala
c. Verifica di primo funzionamento, DICH. IMP. e manutenzione

5. Smaltimento di fumo forzato
a. Soluzione conforme o alternativa?
b. Caso studio - lo smaltimento del fumo in una autorimessa interrata con allegato G

TEST FINALE DI VALUTAZIONE APPRENDIMENTO*

18.00 FINE LAVORI

*MEZZ’ORA PRIMA DEL TERMINE DEL CORSO VERRÀ TRASMESSO IL TEST DI VALUTAZIONE APPRENDIMENTO CHE ANDRÀ RITRASMESSO ENTRO 30 MINUTI A ORGANIZZAZIONE@ORDINEINGEGNERI.BS.IT COMPILATO E SOTTOSCRITTO, PENA LA NON ATTRIBUZIONE DEI CFP E ORE DI AGGIORNAMENTO.


+ leggi tutto

20

Giugno

17:30 - 19:30 

2 crediti
2 ore

seminario

WEBINAR ONLINE
PARTE IV - CONDIVISIONE DI ESPERIENZE OPERATIVE
L’evento, in conformità ai provvedimenti normativi e regolamentari di tempo in tempo emanati, illustra con chiarezza e linearità le funzioni, i compiti e le incombenze del Direttore dei lavori (DL) e delle altre figure tecniche di supporto (direttori operativi, ispettori di cantiere), con specifico riguardo alla fase di esecuzione negli appalti pubblici di lavori. L’incontro si sofferma preliminarmente sulla figura del DL, analizzando i criteri di nomina e il regime di responsabilità, e successivamente
tratta i compiti e l’ufficio della Direzione Lavori, declinandone tutte le attività operative in cantiere, i doveri di rendicontazione e contabilizzazione dei lavori, le funzioni nell’ambito del contenzioso in corso d’opera, i rapporti con il responsabile del procedimento e con le imprese.
Specifica attenzione viene poi dedicata anche alla figura del Direttore dell’Esecuzione (DEC), nell’ambito degli appalti di servizi e forniture.
La sessione formativa si connota per l’approccio pratico e fattivo e mette in grado i partecipanti di consolidare le competenze richieste, alla luce del nuovo quadro normativo, delle buone pratiche operati ve e delle casistiche in cui più soventemente ci si imbatte. La presenza di Relatore con vasta esperienza sul campo e l’ampia sessione di dibatti to e quesiti rappresentano un valore aggiunto e una possibilità, per i presenti, di condividere interpretazioni e di risolvere dubbi operativi.
La sessione è destinata a professionisti tecnici che ricoprano funzioni di Direttore dei lavori, Direttore operativo, Ispettore di cantiere, Direttore dell’esecuzione e Responsabile Unico del Procedimento.

PROGRAMMA:

Ore 17.20: Accesso alla piattaforma dei partecipanti e saluti
Ore 17.30: Inizio lavori

- Casistiche ricorrenti

Ore 19.30: Fine lavori
+ leggi tutto

17

Giugno

17:30 - 19:30 

2 crediti
2 ore

seminario

WEBINAR ONLINE
PARTE III - LA DIREZIONE DELL’ESECUZIONE NEGLI APPALTI DI SERVIZI E FORNITURE
L’evento, in conformità ai provvedimenti normativi e regolamentari di tempo in tempo emanati, illustra con chiarezza e linearità le funzioni, i compiti e le incombenze del Direttore dei lavori (DL) e delle altre figure tecniche di supporto (direttori operativi, ispettori di cantiere), con specifico riguardo alla fase di esecuzione negli appalti pubblici di lavori. L’incontro si sofferma preliminarmente sulla figura del DL, analizzando i criteri di nomina e il regime di responsabilità, e successivamente
tratta i compiti e l’ufficio della Direzione Lavori, declinandone tutte le attività operative in cantiere, i doveri di rendicontazione e contabilizzazione dei lavori, le funzioni nell’ambito del contenzioso in corso d’opera, i rapporti con il responsabile del procedimento e con le imprese.
Specifica attenzione viene poi dedicata anche alla figura del Direttore dell’Esecuzione (DEC), nell’ambito degli appalti di servizi e forniture.
La sessione formativa si connota per l’approccio pratico e fattivo e mette in grado i partecipanti di consolidare le competenze richieste, alla luce del nuovo quadro normativo, delle buone pratiche operati ve e delle casistiche in cui più soventemente ci si imbatte. La presenza di Relatore con vasta esperienza sul campo e l’ampia sessione di dibatti to e quesiti rappresentano un valore aggiunto e una possibilità, per i presenti, di condividere interpretazioni e di risolvere dubbi operativi.
La sessione è destinata a professionisti tecnici che ricoprano funzioni di Direttore dei lavori, Direttore operativo, Ispettore di cantiere, Direttore dell’esecuzione e Responsabile Unico del Procedimento.

PROGRAMMA:

Ore 17.20: Accesso alla piattaforma dei partecipanti e saluti
Ore 17.30: Inizio lavori

- Il Direttore dell’esecuzione
- Attività e compiti del Direttore dell’esecuzione
- Focus sui CAM - Criteri ambientali minimi

Ore 19.30: Fine lavori
+ leggi tutto

16

Giugno

14:00 - 18:00 

4 crediti
4 ore

corso di aggiornamento

Sede dell’Ordine di Via Cefalonia 70 – Brescia (Crystal Palace 11° piano)
AGG.PREV.INCENDI_Protezione passiva di elementi strutturali in acciaio - IN PRESENZA PRESSO ORDINE
Corso valido ai fini dell’aggiornamento in materia di prevenzione incendi, di cui all’art. 7 del D.M. 5/08/2011, finalizzato al mantenimento dell’iscrizione dei professionisti negli elenchi del Ministero dell’Interno ex D.Lgs. 139/2006.

PROGRAMMA:

Ore 13.50: Registrazione partecipanti
Ore 14.00: Inizio lavori

- Introduzione al comportamento al fuoco degli elementi in acciaio.
- Cenni all’Eurocodice EN 1993-1-2
- Calcolo della massività e della temperatura critica
- Norme di collaudo EN 13381-4 e EN 13381-8
- Rapporti di valutazioni dei protettivi e utilizzo dei risultati di prova
- Capitolo S.2 del Codice di Prevenzioni Incendi (D.M. 3 agosto 2015 e s.m.i.)
- Circolare DCPREV 9962 del 24 luglio 2020
- Utilizzo di protettivi antincendio e loro caratteristiche (lastre, intonaci e pitture intumescenti)
- Calcolo degli spessori e dei consumi di protettivi spruzzati (intonaci e pitture intumescenti)
- Durabilità dei protettivi
- Casi pratici

TEST FINALE DI VALUTAZIONE APPRENDIMENTO
Ore 18.00 Fine lavori
+ leggi tutto

16

Giugno

09:00 - 13:00 

4 crediti
4 ore

corso di aggiornamento

Sala eventi dell’Ordine degli Ingegneri della provincia di Brescia
AGG. CSP/CSE_PONTEGGI E PROGETTO DI PONTEGGI - EVENTO IN PRESENZA
PROGRAMMA:

Ore 8.50 Registrazione dei partecipanti e saluti
Ore 9.00 Inizio lavori

- NORMATIVA SUI PONTEGGI,
- TIPOLOGIA DI PONTEGGI,
- PONTEGGI SPECIALI,
- PI.M.U.S.,
- PROGETTAZIONE E CALCOLO DEI PONTEGGI,
- MODALITÀ D’INSTALLAZIONE DI UN PONTEGGIO,
- CROLLO E ALTRI INCIDENTI RIGUARDANTI I PONTEGGI,
- RECUPERO DI UN LAVORATORE INCOSCIENTE O INFORTUNATO,
- COMPITI DEL CSP E DEL CSE.
TEST FINALE DI VALUTAZIONE

Ore 13.00 Fine lavori
+ leggi tutto

15

Giugno

14:30 - 18:00 

3 crediti
3 ore

seminario

Presso “Sala cav. BERETTA”, Via Cefalonia, 60 - Brescia
ENEA e ASSOFOND presentano la Linea Guida per la redazione delle diagnosi energetiche nel settore delle fonderie_IN PRESENZA
l testo della Linea Guida, facente parte della collana "Quaderni dell'Efficienza Energetica", rappresenta una guida operativa sia per le imprese operanti nel settore delle fonderie che per i professionisti coinvolti nella redazione di una diagnosi energetica di “qualità” e conforme all’Allegato II del D.Lgs. 102/2014.
La pubblicazione riporta le principali voci di consumo energetico dei siti produttivi, le indicazioni per la messa in opera di un sistema di monitoraggio adeguato al settore, gli indici di prestazione energetica relativi sia all’intero impianto che ad alcuni processi e, infine, un’ampia panoramica dei possibili interventi di efficientamento energetico presenti nella letteratura scientifica e tecnica, congiuntamente a una valutazione sia economica che energetica degli interventi effettuati e proposti riportati negli scorsi anni nelle diagnosi energetiche pervenute ad ENEA.
L'evento sarà anche l'occasione per ENEA e i partner di progetto per illustrare i contenuti della Linea Guida e i risultati del programma Ricerca di Sistema 2019-2021 e, per le imprese associate ad ASSOFOND, per presentare dei casi studio di interventi e azioni per l'efficienza energetica nelle fonderie.



PROGRAMMA:

14.30 – Saluti introduttivi
Fabio Zanardi, Presidente Assofond
14.40 – Il piano ENEA per la Ricerca di Sistema elettrico nazionale 2019-2021 sul tema dell’efficienza energetica dei prodotti e dei processi industriali
Miriam Benedetti, ENEA
14.50 – L’importanza della collaborazione delle imprese per la definizione dei benchmark energetici
Gualtiero Corelli, Assofond
15.05 – I quaderni dell’efficienza energetica: le Fonderie
Fabrizio Martini, ENEA
15.20 – Gli indici di prestazione energetica nel settore delle fonderie industriali
Claudia Toro, ENEA
15.35 – Il potenziale di risparmio energetico nel settore delle fonderie industriali
Chiara Martini, ENEA
15.50 – Il ruolo dei professionisti nelle diagnosi energetiche: esperienze e buone pratiche
Francesca Marini e Davide Gulizia, Ordine Ingegneri Brescia
16.10 – L'importanza dell'attività di monitoraggio per l'esecuzione di una corretta diagnosi energetica
Sogesca S.r.l.
16.30 – Lo strumento delle diagnosi alla base di corrette politiche energetiche: l’esperienza di un imprenditore
16.55 – Question Time
17.30 – Conclusione dei lavori e attività future
Marcello Salvio, ENEA
+ leggi tutto

14

Giugno

09:15 - 13:15 

4 crediti
4 ore

seminario

SEDE DELL'ORDINE DEGLI INGEGNERI
Strategie per la gestione e il trattamento delle acque meteoriche nelle aree urbane. Gestione sostenibile della risorsa idrica attraverso tecniche moderne di depurazione e recupero_IN PRESENZA
OBIETTIVI: IL CONTINUO AUMENTO DELL’URBANIZZAZIONE E I CAMBIAMENTI CLIMATICI IN ATTO HANNO UN FORTE IMPATTO SULLA QUALITÀ E SULLA QUANTITÀ DELLE ACQUE DI DILAVAMENTO METEORICO. LA GESTIONE DELLE ACQUE METEORICHE E IL LORO CORRETTO TRATTAMENTO PUÒ E DOVREBBE CONTRIBUIRE IN MANIERA SOSTANZIALE ALLA SALVAGUARDIA DELL’AMBIENTE, CON PARTICOLARE ATTENZIONE ALL’INQUINAMENTO DEI CORSI D’ACQUA. L’INCONTRO SI PROPONE DI ANALIZZARE LE PROBLEMATICHE AMBIENTALI PIÙ DIFFUSE E LE STRATEGIE DI INTERVENTO LEGATE AL DILAVAMENTO DELLE SUPERFICI IMPERMEABILI. QUINDI VERRANNO PRESENTATI I PROTOCOLLI AMBIENTALI VIGENTI E IL CORRETTO IMPIEGO DEI MATERIALI RISPONDENTI AI CAM (CRITERI AMBIENTALI MINIMI), CON RIFERIMENTO PARTICOLARE AL RIUTILIZZO DELLE ACQUE REFLUE E METEORICHE PER UNA GESTIONE SOSTENIBILE E RESILIENTE DELLA RISORSA IDRICA.

PROGRAMMA:

9:15 - 9:45 Strategie di adattamento dei sistemi di drenaggio urbano ai cambiamenti climatici e modellazione del reticolo idraulico minore del Comune di Brescia.
Prof. Ing. Giovanna Grossi – Professoressa Associata di Costruzioni Idrauliche, Università degli Studi di Brescia - CSDU
9:45 - 10:15 Le infrastrutture idrauliche del Comune di Brescia: criticità, progetti e opportunità alla luce delle nuove tecniche di monitoraggio e di raccolta delle acque meteoriche di dilavamento.
Dott. Tullio Montagnoli – A2A Brescia (da confermare)
10:15 - 10:45 Studi di integrazione dei dati riferiti alla pericolosità idraulica a seguito dei cambiamenti climatici e in ottemperanza alle Normative di invarianza idraulica ed idrologica della Regione Lombardia: il progetto di ricerca del Comune di Brescia.
Ing. Anja Begrich – Pianificazione Urbanistica Comune di Brescia
10:45 - 11:00 Coffee break
11:00 - 11:30 Tecniche di raccolta delle acque meteoriche di dilavamento attraverso dispositivi moderni autopulenti.
Prof. Ing. Sandro Artina – già Professore Ordinario di Costruzioni Idrauliche, Università di Bologna.
11:30 - 12:00 La gestione delle acque meteoriche nelle aree urbane: aspetti idraulici e ambientali.
Prof. Ing. Marco Maglionico - Professore Associato di Costruzioni Idrauliche, Università di Bologna - CSDU.
12:00 - 12:30 Soluzioni di recupero idrico per gli edifici sostenibili: applicazione dei protocolli energetico-ambientali e i CAM Edilizia.
Ing. Marco Caffi – Direttore GBC Italia
12:30 - 13.15 Norme e sistemi per il trattamento delle acque meteoriche di dilavamento. Riferimenti progettuali e soluzioni impiantistiche dei sistemi di recupero e riutilizzo delle acque meteoriche e delle acque grigie.
Pierluigi Dell’Onte – Responsabile Ufficio Tecnico Starplast
13:15 Dibattito finale
+ leggi tutto

14

Giugno

09:15 - 13:15 

4 crediti
4 ore

seminario

WEBINAR ONLINE
Strategie per la gestione e il trattamento delle acque meteoriche nelle aree urbane. Gestione sostenibile della risorsa idrica attraverso tecniche moderne di depurazione e recupero_ONLINE
OBIETTIVI: IL CONTINUO AUMENTO DELL’URBANIZZAZIONE E I CAMBIAMENTI CLIMATICI IN ATTO HANNO UN FORTE IMPATTO SULLA QUALITÀ E SULLA QUANTITÀ DELLE ACQUE DI DILAVAMENTO METEORICO. LA GESTIONE DELLE ACQUE METEORICHE E IL LORO CORRETTO TRATTAMENTO PUÒ E DOVREBBE CONTRIBUIRE IN MANIERA SOSTANZIALE ALLA SALVAGUARDIA DELL’AMBIENTE, CON PARTICOLARE ATTENZIONE ALL’INQUINAMENTO DEI CORSI D’ACQUA. L’INCONTRO SI PROPONE DI ANALIZZARE LE PROBLEMATICHE AMBIENTALI PIÙ DIFFUSE E LE STRATEGIE DI INTERVENTO LEGATE AL DILAVAMENTO DELLE SUPERFICI IMPERMEABILI. QUINDI VERRANNO PRESENTATI I PROTOCOLLI AMBIENTALI VIGENTI E IL CORRETTO IMPIEGO DEI MATERIALI RISPONDENTI AI CAM (CRITERI AMBIENTALI MINIMI), CON RIFERIMENTO PARTICOLARE AL RIUTILIZZO DELLE ACQUE REFLUE E METEORICHE PER UNA GESTIONE SOSTENIBILE E RESILIENTE DELLA RISORSA IDRICA.

PROGRAMMA:

9:15 - 9:45 Strategie di adattamento dei sistemi di drenaggio urbano ai cambiamenti climatici e modellazione del reticolo idraulico minore del Comune di Brescia.
Prof. Ing. Giovanna Grossi – Professoressa Associata di Costruzioni Idrauliche, Università degli Studi di Brescia - CSDU
9:45 - 10:15 Le infrastrutture idrauliche del Comune di Brescia: criticità, progetti e opportunità alla luce delle nuove tecniche di monitoraggio e di raccolta delle acque meteoriche di dilavamento.
Dott. Tullio Montagnoli – A2A Brescia (da confermare)
10:15 - 10:45 Studi di integrazione dei dati riferiti alla pericolosità idraulica a seguito dei cambiamenti climatici e in ottemperanza alle Normative di invarianza idraulica ed idrologica della Regione Lombardia: il progetto di ricerca del Comune di Brescia.
Ing. Anja Begrich – Pianificazione Urbanistica Comune di Brescia
10:45 - 11:00 Coffee break
11:00 - 11:30 Tecniche di raccolta delle acque meteoriche di dilavamento attraverso dispositivi moderni autopulenti.
Prof. Ing. Sandro Artina – già Professore Ordinario di Costruzioni Idrauliche, Università di Bologna.
11:30 - 12:00 La gestione delle acque meteoriche nelle aree urbane: aspetti idraulici e ambientali.
Prof. Ing. Marco Maglionico - Professore Associato di Costruzioni Idrauliche, Università di Bologna - CSDU.
12:00 - 12:30 Soluzioni di recupero idrico per gli edifici sostenibili: applicazione dei protocolli energetico-ambientali e i CAM Edilizia.
Ing. Marco Caffi – Direttore GBC Italia
12:30 - 13.15 Norme e sistemi per il trattamento delle acque meteoriche di dilavamento. Riferimenti progettuali e soluzioni impiantistiche dei sistemi di recupero e riutilizzo delle acque meteoriche e delle acque grigie.
Pierluigi Dell’Onte – Responsabile Ufficio Tecnico Starplast
13:15 Dibattito finale
+ leggi tutto

13

Giugno

14:30 - 18:30 

3 crediti
3 ore

seminario

Brescia, Salone Vanvitelliano – Piazza della Loggia
SICUREZZA STRADALE : AGENDA DELLE PRIORITA' DI INTERVENTO - Road safety: priorities actions agenda
III Conferenza internazionale sulla Sicurezza Stradale

PROGRAMMA:

14:30 Saluti istituzionali
Emilio Del Bono Sindaco del Comune di Brescia
Enrico Giovannini Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili
Maria Rosaria Laganà Prefetto della Provincia di Brescia
Maurizio Tira Rettore dell’Università degli Studi di Brescia, Presidente SIU
Samuele Alghisi Presidente della Provincia di Brescia
Angelo Sticchi Damiani Presidente Automobile Club d’Italia
Aldo Bonomi Presidente Automobile Club Brescia
Beatrice Saottini Presidente di 1000 Miglia S.r.l.

15:30 Introduce e modera Giulio Maternini
Prof. Ordinario di Ingegneria dei Trasporti nell’Università degli Studi di Brescia
Direttore del Centro Studi Città Amica per la sicurezza nella Mobilità - CeSCAM

Strategie delle Nazioni Unite per la sicurezza stradale
Jean Todt, UN Secretary General's Special Envoy for Road Safety
United Nations Economic Commission for Europe

Agenda della Unione Europa
Matthew Baldwin, DG MOVE Deputy Director-General of the European Commission

Priorità di intervento di ANSFISA
Domenico De Bartolomeo, Direttore di ANSFISA
Agenzia nazionale per la sicurezza delle ferrovie e delle infrastrutture stradali e autostradali

Ruolo del monitoraggio: l’esperienza dell’ETSC
Antonio Avenoso, Executive Director European Transport Safety Council (ETSC)

Ruolo della ricerca scientifica
George Yannis, Professor of Transport Engineering, National Technical University of Athens

“Vision zero” per la provincia di Brescia
Maurizio Tira, Ordinario di Tecnica e Pianificazione Urbanistica nell’Università degli Studi di Brescia

L’impegno del Gruppo ASPI per la sicurezza
Roberto Tomasi, Amministratore Delegato Autostrade per l’Italia S.p.A.

18:00 Dibattito e conclusioni
+ leggi tutto

11

Giugno

10:00 - 12:00 

2 crediti
2 ore

seminario

Presso la sede del Circolo Velico AVAS nel porto turistico di Cornasola a Lovere
“Spolverare le vele con la dinamica dei fluidi”
La prima parte del seminario illustrerà sinteticamente il ruolo della dinamica dei fluidi nello sport della vela, con cenni teorici ed esempi, oltre alle tecniche base di regolazione vele e conduzione di una imbarcazione a vela.
La seconda parte del seminario tratterà dell’origine e della tipologia delle polveri sottili nella zona del lago d’Iseo e della Vallecamonica, del ruolo del vento e degli altri fenomeni atmosferici nella diffusione del particolato atmosferico, delle buone pratiche e possibili interventi per la mitigazione di questi effetti.

PROGRAMMA:

- Ore 09.45 Registrazione dei partecipanti e saluti
- Ore 10.00 Saluti del Presidenti Ingg.: Circolo velico Avas, Lino Locatelli – AIC Ippolita Chiarolini
Ing. Daniele Piccinelli – Istruttore FIV dell’Avas - La vela e la dinamica dei fluidi – Prime indicazioni di conduzione di una imbarcazione a vela
- Ore 11.00 Dott. Nicola Locatelli – dottore in scienze ambientali
Il ruolo del vento e degli altri fenomeni atmosferici nella diffusione del particolato
- Ore 12.00 Quesiti e conclusione seminario
- Dalle 12.30 alle 15.30 Uscita in vela con pranzo al sacco (ciascun partecipante dovrà avere il proprio pranzo). La quota di partecipazione alla sola uscita in vela è di 25,00 € da versare in loco all’inizio del seminario, contestualmente alla conferma.

E’ possibile la sola partecipazione al seminario oppure la sola partecipazione all’uscita in vela (che non prevede attribuzione di crediti formativi). L’iniziativa è estesa anche agli accompagnatori e/o alle gentili accompagnatrici.
+ leggi tutto

10

Giugno

09:00 - 13:00 

4 crediti
4 ore

corso di aggiornamento

GOTOMEETING ONLINE
AGG. PREV. INCENDI_CAPITOLO S.8 CONTROLLO DI FUMI E CALORE PROGETTAZIONE E DOCUMENTAZIONE ALLA LUCE DELLA NOTA DI CHIARIMENTO DELLA DCPST - ONLINE
Corso valido ai fini dell’aggiornamento in materia di prevenzione incendi, di cui all’art. 7 del D.M. 5/08/2011, finalizzato al mantenimento dell’iscrizione dei professionisti negli elenchi del Ministero dell’Interno ex D.Lgs. 139/2006.

In ottemperanza alla nota ministeriale 17073 del 14/12/2020 del Ministero dell’Interno, i corsi e seminari in materia di prevenzione incendi in modalità FAD sincrona, saranno realizzati tramite il programma GOTOMEETING, che permette l’interazione con il docente.
Tutti i discenti dovranno essere muniti di webcam; durante l’intera durata degli eventi formativi la webcam dovrà essere attiva per permettere il riconoscimento del discente da parte di questo Ordine. Si chiede che il microfono sia invece spento per evitare disturbo alle lezioni e di scrivere eventuali quesiti tramite l’apposita chat, a cui darà seguito il tutor o il docente stesso. Si avvisano i discenti che saranno previsti appelli “a sorpresa” durante gli eventi formativi e che chi dovesse risultare assente a qualunque titolo perderà le ore di aggiornamento, i CFP.

> Esaminare il capitolo S.8 “Controllo fumi e calore” dell’allegato tecnico al DM 18 ottobre 2019 e s.m.i. per realizzare la misura antincendio sia con soluzioni conformi che alternative. Sarà dedicato un ampio spazio alla progettazione e realizzazione di soluzioni conformi del livello II di prestazione mettendo in evidenza l’importanza della valutazione del rischio ai fini della progettazione, realizzazione e conseguente documentazione alla luce della nota di chiarimento della DCPST.

PROGRAMMA:

8.45 ACCESSO PARTECIPANTI ALLA PIATTAFORMA E RILEVAZIONE PRESENZE
9.00 INIZIO LAVORI

- Richiami sui principi generali del “codice”
- Responsabilità dei soggetti coinvolti (titolare attività, professionisti, installatori, ecc…)
- Controllo di fumi e calore secondo il DM 3 agosto 2015 e s.m.i.
- Controllo fumi e calore e capitolo S.5 GSA
- Influenza del controllo fumi e calore su atre misure antincendio
- I Sistemi per il controllo di fumo e calore secondo le norme volontarie
- SEFC, Sistemi di smaltimento, SVOF, Sistemi a pressione differenziale
- Progettazione dei livelli II e III di prestazione con soluzioni conformi e alternative
> Normativa applicabile
> Scelta, corretta installazione e utilizzo dei componenti
> Soluzioni alternative per il livello II di prestazione
> La documentazione ai fini della SCIA
- Controllo periodico e manutenzione, verifiche ai fini del rinnovo periodico della conformità antincendio

TEST FINALE DI VALUTAZIONE APPRENDIMENTO*

13.00 FINE LAVORI

*MEZZ’ORA PRIMA DEL TERMINE DEL CORSO VERRÀ TRASMESSO IL TEST DI VALUTAZIONE APPRENDIMENTO CHE ANDRÀ RITRASMESSO ENTRO 30 MINUTI A ORGANIZZAZIONE@ORDINEINGEGNERI.BS.IT COMPILATO E SOTTOSCRITTO, PENA LA NON ATTRIBUZIONE DEI CFP E ORE DI AGGIORNAMENTO
+ leggi tutto

08

Giugno

15:00 - 18:00 

3 crediti
3 ore

seminario

ONLINE: WEBINAR TRAMITE PIATTAFORMA GOTOWEBINAR
SEMINARIO 3 _PATOLOGIE EDILIZIE: UMIDITA` DI RISALITA MURARIA - ONLINE
CICLO DI SEMINARI PATOLOGIE EDILIZIE: IMPERMEABILIZZAZIONI, UMIDITA’, MUFFE, CONDENSE, RISALITA MURARIA

SEMINARIO 3 PATOLOGIE EDILIZIE: UMIDITA` DI RISALITA MURARIA

Programma:

14.50 Accesso alla piattaforma e saluti
15.00 Inizio lavori
Presentazione Ing. Giorgio Reggiani/Roberto Cesenni: Componente della Commissione Ingegneria Forense dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Brescia

Argomenti
L’umidità in tutte le sue possibili manifestazioni e` la prima causa di patologie dirette e indirette degli immobili, puo` verificarsi in diverse forme, anche contemporaneamente, creando svariate tipologie di degrado, spesso di notevole entità e gravità, sui materiali e sui sistemi edilizi.
Fra tutte le forme di interazione dell’umidità con l’organismo edilizio, si ritiene abitualmente che la risalita muraria sia una delle più importanti, frequenti e dannose. E` opinione comune credere che sia la principale causa di danno degli edifici, antichi e moderni. In realtà si tratta di un fenomeno ampiamente sopravvalutato, talvolta ingigantito ed aggravato a causa di errate valutazioni, della scarsa conoscenza del tema e di modalità correttive inappropriate o addirittura insensate.
E` necessario, percio`, conoscere il fenomeno da tutti i suoi punti di vista per poterlo valutare adeguatamente in termini di entità, gravità ed effetti, cosi` da risalire alle sue cause e affrontarlo con i vari correttivi possibili. In questo corso verrà spiegato come riconoscere la risalita e distinguerla dalle altre manifestazioni di umidità, come correggerla laddove questa si sia verificata e come prevenirla nei casi in cui sia possibile farlo.

I parte: 1,5 ore P.I. Marco Argiolas
- La fisica della risalita, gli aspetti poco noti del fenomeno
- Le interpretazioni più recenti del fenomeno, i modelli di analisi attualmente adottati
- La risalita e i materiali, le varie forme di manifestazione dei fenomeni
- Come riconoscere la risalita, gli errori più frequenti di diagnosi
- Le situazioni più comuni, casi di studio reali sulla risalita
- Modalità di diagnosi, come effettuare una corretta analisi dei fenomeni
- Modalità di prevenzione, materiali, sistemi e metodi preventivi

II parte: 1,5 ore Avv. Luca Bridi
- Norme italiane e internazionali panoramica di leggi, norme e linee guida
- Gli attuali orientamenti giurisprudenziali
- Le situazioni più frequenti di contenzioso
- Analisi di sentenze commentate
- Gli errori più frequenti dei Tecnici

17:30-18.00 Risposte ai quesiti – Fine lavori
+ leggi tutto

06

Giugno

17:30 - 19:30 

2 crediti
2 ore

seminario

WEBINAR ONLINE
PARTE II - LA DIREZIONE NEGLI APPALTI DI LAVORI PUBBLICI
L’evento, in conformità ai provvedimenti normativi e regolamentari di tempo in tempo emanati, illustra con chiarezza e linearità le funzioni, i compiti e le incombenze del Direttore dei lavori (DL) e delle altre figure tecniche di supporto (direttori operativi, ispettori di cantiere), con specifico riguardo alla fase di esecuzione negli appalti pubblici di lavori. L’incontro si sofferma preliminarmente sulla figura del DL, analizzando i criteri di nomina e il regime di responsabilità, e successivamente
tratta i compiti e l’ufficio della Direzione Lavori, declinandone tutte le attività operative in cantiere, i doveri di rendicontazione e contabilizzazione dei lavori, le funzioni nell’ambito del contenzioso in corso d’opera, i rapporti con il responsabile del procedimento e con le imprese.
Specifica attenzione viene poi dedicata anche alla figura del Direttore dell’Esecuzione (DEC), nell’ambito degli appalti di servizi e forniture.
La sessione formativa si connota per l’approccio pratico e fattivo e mette in grado i partecipanti di consolidare le competenze richieste, alla luce del nuovo quadro normativo, delle buone pratiche operati ve e delle casistiche in cui più soventemente ci si imbatte. La presenza di Relatore con vasta esperienza sul campo e l’ampia sessione di dibatti to e quesiti rappresentano un valore aggiunto e una possibilità, per i presenti, di condividere interpretazioni e di risolvere dubbi operativi.
La sessione è destinata a professionisti tecnici che ricoprano funzioni di Direttore dei lavori, Direttore operativo, Ispettore di cantiere, Direttore dell’esecuzione e Responsabile Unico del Procedimento.

PROGRAMMA:

Ore 17.20: Accesso alla piattaforma dei partecipanti e saluti
Ore 17.30: Inizio lavori

- Ufficio di Direzione dei Lavori
- Il Direttore dei Lavori
- Il Direttore dei Lavori operativo
- L’Ispettore di cantiere
- I verbali: consegna, sospensione, ripresa, ultimazione dei lavori
- Ordini di servizio
- Misure e contabilità
- Liquidazione e pagamento del corrispettivo
- L’inadempimento dell’impresa
- Riserve e contenzioso in corso d’opera

Ore 19.30: Fine lavori
+ leggi tutto

01

Giugno

15:00 - 18:00 

3 crediti
3 ore

seminario

ONLINE: WEBINAR TRAMITE PIATTAFORMA GOTOWEBINAR
SEMINARIO 2 _PATOLOGIE EDILIZIE: UMIDITA`, MUFFE E CONDENSE - ONLINE
CICLO DI SEMINARI PATOLOGIE EDILIZIE: IMPERMEABILIZZAZIONI, UMIDITA’, MUFFE, CONDENSE, RISALITA MURARIA

SEMINARIO 2 PATOLOGIE EDILIZIE: UMIDITA`, MUFFE E CONDENSE

Programma:

14.50 Accesso alla piattaforma e saluti
15.00 Inizio lavori
Presentazione Ing. Elisa Zubani: Componente della Commissione Ingegneria Forense dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Brescia

Argomenti
L’umidità in eccesso nelle costruzioni e lo sviluppo di muffe e condense sono delle patologie edili molto frequenti negli edifici antichi e moderni, ma lo saranno ancora di più negli anni a venire a causa dei cambiamenti climatici. E` piuttosto difficile interpretare correttamente i rapporti di causa-effetto fra questi fenomeni, per poter poi eliminare i problemi nel migliore dei modi. Diventa ancora più difficile, percio`, comprendere quali materiali e sistemi utilizzare e quali invece evitare nella correzione e nella prevenzione delle patologie lamentate.
In questo corso verranno analizzati con chiarezza i diversi aspetti che coinvolgono le tematiche esposte. Si descriveranno le leggi fisiche sul comportamento del vapore d'acqua e le conseguenze che queste possono innescare nello sviluppo delle muffe che spesso ci troviamo ad affrontare. Verranno inoltre indicati nel dettaglio i diversi materiali e sistemi da adottare per evitare la formazione di umidità, muffe e condense

I parte: 1,5 ore P.I Marco Argiolas
- Le origini dell’umidità` negli edifici, come e perché si formano muffe e condense
- La fisica della condensa, le leggi fisiche sul comportamento dell'aria umida
- Origine delle muffe, nascita e sviluppo delle attività biologiche negli edifici
- Le muffe senza condensa, i comportamenti meno conosciuti delle muffe
- I diversi tipi di muffa, come e perché riconoscerli
- La muffa e il cartongesso, perché vanno cosi` d’accordo
- Le situazioni più frequenti, casi di studio sulla formazione di muffe e condense
- Casi pratici alcune interessanti testimonianze descritte nel dettaglio

II parte: 1,5 ore Avv. Luca Bridi
- Norme italiane, panoramica di leggi, prassi e linee guida sul tema
- Gli attuali orientamenti giurisprudenziali
- Le situazioni più frequenti di contenzioso
- Analisi di sentenze commentate
- Gli errori più frequenti dei Tecnici

16:30-17.00 Risposte ai quesiti – Fine lavori

+ leggi tutto

31

Maggio

14:30 - 17:30 

3 crediti
3 ore

seminario

WEBINAR ON LINE
ETICA E DEONTOLOGIA PER L’INGEGNERE - SEMINARIO 2 - ONLINE
Lo scopo del seminario è presentare il codice deontologico degli Ingegneri Italiani, mostrando le implicazioni relative alle sfide che il professionista affronta per contribuire allo sviluppo sostenibile, i principi generali a cui si deve ispirare l’esercizio della professione, la riservatezza, la formazione continua e l’aggiornamento professionale, con esempi e casi concreti. L’attività dell’ingegnere infatti è una risorsa che deve essere tutelata e che implica doveri e responsabilità nei confronti della collettività e dell’ambiente ed è decisiva per il raggiungimento dello sviluppo sostenibile e per la sicurezza, il benessere delle persone, il corretto utilizzo delle risorse e la qualità della vita. Si parlerà di multidisciplinarietà in un mondo volatile, incerto, complesso e ambiguo che necessita di scelte strategiche importanti.

PROGRAMMA:

Ore 14.30 – 17.30

- L’Ordinamento della professione di Ingegneri in Italia;
- Il Consiglio Nazione degli Ingegneri;
- Il funzionamento dell’Ordine;
- Etica e codice Deontologico;
- L’esercizio e lo sviluppo della Professione
+ leggi tutto

31

Maggio

10:00 - 12:00 

2 crediti
2 ore

seminario

WEBINAR ON LINE
ETICA E DEONTOLOGIA PER L’INGEGNERE - SEMINARIO 1 - ONLINE
Lo scopo del seminario è presentare il codice deontologico degli Ingegneri Italiani, mostrando le implicazioni relative alle sfide che il professionista affronta per contribuire allo sviluppo sostenibile, i principi generali a cui si deve ispirare l’esercizio della professione, la riservatezza, la formazione continua e l’aggiornamento professionale, con esempi e casi concreti. L’attività dell’ingegnere infatti è una risorsa che deve essere tutelata e che implica doveri e responsabilità nei confronti della collettività e dell’ambiente ed è decisiva per il raggiungimento dello sviluppo sostenibile e per la sicurezza, il benessere delle persone, il corretto utilizzo delle risorse e la qualità della vita. Si parlerà di multidisciplinarietà in un mondo volatile, incerto, complesso e ambiguo che necessita di scelte strategiche importanti.

PROGRAMMA:

ORE 10.00 – 12.00

- L’azione di vigilanza degli Ordini Professionali;
- Il Consiglio di Disciplina: compiti e funzionamento;
- Esempi e casi reali
+ leggi tutto

30

Maggio

17:30 - 19:30 

2 crediti
2 ore

seminario

WEBINAR ONLINE
PARTE I - IL DIRETTORE DEI LAVORI NELL’ATTUALE QUADRO NORMATIVO- ONLINE
L’evento, in conformità ai provvedimenti normativi e regolamentari di tempo in tempo emanati, illustra con chiarezza e linearità le funzioni, i compiti e le incombenze del Direttore dei lavori (DL) e delle altre figure tecniche di supporto (direttori operativi, ispettori di cantiere), con specifico riguardo alla fase di esecuzione negli appalti pubblici di lavori. L’incontro si sofferma preliminarmente sulla figura del DL, analizzando i criteri di nomina e il regime di responsabilità, e successivamente
tratta i compiti e l’ufficio della Direzione Lavori, declinandone tutte le attività operative in cantiere, i doveri di rendicontazione e contabilizzazione dei lavori, le funzioni nell’ambito del contenzioso in corso d’opera, i rapporti con il responsabile del procedimento e con le imprese.
Specifica attenzione viene poi dedicata anche alla figura del Direttore dell’Esecuzione (DEC), nell’ambito degli appalti di servizi e forniture.
La sessione formativa si connota per l’approccio pratico e fattivo e mette in grado i partecipanti di consolidare le competenze richieste, alla luce del nuovo quadro normativo, delle buone pratiche operati ve e delle casistiche in cui più soventemente ci si imbatte. La presenza di Relatore con vasta esperienza sul campo e l’ampia sessione di dibatti to e quesiti rappresentano un valore aggiunto e una possibilità, per i presenti, di condividere interpretazioni e di risolvere dubbi operativi.
La sessione è destinata a professionisti tecnici che ricoprano funzioni di Direttore dei lavori, Direttore operativo, Ispettore di cantiere, Direttore dell’esecuzione e Responsabile Unico del Procedimento.

PROGRAMMA:

Ore 17.20: Accesso alla piattaforma dei partecipanti e saluti
Ore 17.30: Inizio lavori

- Il Direttore dei Lavori dopo la Riforma Appalti - DM 49/2018
- Il regime di responsabilità contrattuale ed extracontrattuale
- Il direttore dei lavori nell’appalto pubblico e privato: analogie e differenze

Ore 19.30: Fine lavori
+ leggi tutto

26

Maggio

15:00 - 18:00 

3 crediti
3 ore

seminario di aggiornamento

GOTOMEETING ONLINE
AGG. PREV. INCENDI_IMPIANTI DI SPEGNIMENTO WATERMIST - PARTE 2
Seminario valido ai fini dell’aggiornamento in materia di prevenzione incendi, di cui all’art. 7 del D.M. 5/08/2011, finalizzato al mantenimento dell’iscrizione dei professionisti negli elenchi del Ministero dell’Interno ex D.Lgs. 139/2006.

In ottemperanza alla nota ministeriale 17073 del 14/12/2020 del Ministero dell’Interno, i corsi e seminari in materia di prevenzione incendi in modalità FAD sincrona, saranno realizzati tramite il programma GOTOMEETING, che permette l’interazione con il docente.
Tutti i discenti dovranno essere muniti di webcam e microfono: chiediamo cortesemente di attivarli SOLO quando chiamati per l’appello, non potendo supportare tutte le webcam attive simultaneamente.
Si chiede di accertarsi che durante il corso il microfono sia disattivato per evitare disturbo alla lezione e di scrivere eventuali quesiti tramite l’apposita chat, a cui darà seguito il il docente stesso.
Si avvisano i discenti che sarà previsto un appello “a sorpresa” e a campione per verificare la presenza.
Ci raccomandiamo di inserire il proprio nome e cognome per esteso al momento dell’accesso (e non sigle o soprannomi) per l’immediata individuazione degli utenti ed il relativo accreditamento.

PROGRAMMA:

Ore 14.50: Registrazione partecipanti
Ore 15.00: Inizio lavori

Componentistica dell’impianto
Modalità di installazione impianti e marcatura prodotti
Prescrizione del programma di manutenzione
Vizi di forma degli impianti

Ore 18.00 Fine lavori
+ leggi tutto

26

Maggio

09:00 - 13:00 

4 crediti
4 ore

corso di aggiornamento

Sede dell'Ordine degli ingegneri della provincia di Brescia
AGG.CSP/CSE_COORDINAMENTO SICUREZZA E BONUS FISCALI. APPROFONDIMENTO RELATIVO ALLA DECADENZA (PERDITA) DELLA DETRAZIONE IN CASO DI VIOLAZIONE DELLE NORME IN MATERIA DI TUTELA DELLA SALUTE E SULLE MODIFICHE APPORTATE AL D.LGS 81/2008 - IN PRESENZA
OBBLIGO GREEN PASS RAFFORZATO E MASCHERINA

EVENTO VALIDO PER L’AGGIORNAMENTO QUINQUENNALE DEI COORDINATORI PER LA SICUREZZA SECONDO IL DLGS 81/2008 E PER L’AGGIORNAMENTO DI R.S.P.P. ED A.S.P.P., COME DISPOSTO DALL’ART. 32 C.6 D.LGS. 81/08 E DAL PROVVEDIMENTO CONFERENZA STATO-REGIONI 26/01/2006 N. 2407. SI PRECISA CHE IL SEMINARIO NON È RICONOSCIUTO AI FINI DELL’AGGIORNAMENTO PER R.S.P.P. DATORI DI LAVORO.

Ore 8.50 Registrazione dei partecipanti e saluti
Ore 9.00 Inizio lavori

PROGRAMMA:

- IL CONTESTO TERRITORIALE ED ECONOMICO ATTUALE
- IL RUOLO DEGLI ENTI DI VIGILANZA RELATIVO ALLA EROGAZIONE DEI BONUS
- IL RUOLO E LE RESPONSABILITÀ DEI COORDINATORI PER LA SICUREZZA
- PAUSA
- LE PRINCIPALI MODIFICHE DEL D.LGS 81
- L’APPLICAZIONE DELLE MISURE RELATIVE ALLA SOSPENSIONE DELL’ATTIVITÀ IMPRENDITORIALE
- DIBATTITO E CONCLUSIONI

TEST DI VALUTAZIONE FINALE

Ore 13.00 Fine lavori
+ leggi tutto

25

Maggio

17:00 - 19:00 

2 crediti
2 ore

visita

presso l’auditorium “Caduti del lavoro” in Costa Volpino via Nazionale (nuove scuole) e a seguire presso il cantiere (accesso da parcheggio palazzetto dello sport)
Visita tecnica in cantiere Ponte ciclopedonale “Della Pace" - Costa Volpino (BG)
Il nuovo ponte ciclopedonale in fase di realizzazione costituisce il primo attraversamento del fiume Oglio a nord del lago di Iseo con funzione strategica a livello sovraccomunale nel collegamento dei percorsi ciclopedonali delle sponde sinistra e destra del fiume. A livello comunale l’opera consente di realizzare un percorso ciclopedonale sicuro e ben distinto dalle principali direttrici del traffico veicolare collegando le frazioni con il centro abitato sede di numerosi servizi pubblici. Il ponte, di tipo strallato, ha una lunghezza complessiva di 115 m ed è diviso in due campate di 37 m e 78 m dall’antenna posta nell’area golenale di sinistra. L’impalcato, realizzato in acciaio autoprotetto (corten) e calcestruzzo, è costituito da un’unica travata sospesa a 8 coppie di stralli in funi d’acciaio con schema a ventaglio oltre alla coppia di stralli di ormeggio che ancorano la sommità dell’antenna alla zavorra posta in sponda sinistra. L’antenna, realizzata in tubi d’acciaio, ha una configurazione a “Y” rovescia e un’altezza di 35 m. Le fondazioni di tipo indiretto sono costituite da pali trivellati di grosso diametro.

PROGRAMMA:

Ore 16.45 Registrazione dei partecipanti
Saluti:
Arch. Federico Baiguini - Sindaco di Costa Volpino
Ing. Ippolita Chiarolini – Presidente Associazione Ingegneri Camuni – A.I.C.
Ing. Carlo Fusari - Presidente Ordine Ingegneri della provincia di Brescia

Ore 17.00 Ing. Gianpaolo Medici
Presentazione del progetto presso “Auditorium caduti del lavoro”

Ore 18.00 Visita in cantiere

Ore 19:00 Conclusione della visita
+ leggi tutto

25

Maggio

15:00 - 18:00 

3 crediti
3 ore

seminario

ONLINE: WEBINAR TRAMITE PIATTAFORMA GOTOWEBINAR
SEMINARIO 1_ PATOLOGIE EDILIZIE: LE IMPERMEABILIZZAZIONI NEI LOCALI INTERRATI - ONLINE
CICLO DI SEMINARI PATOLOGIE EDILIZIE: IMPERMEABILIZZAZIONI, UMIDITA’, MUFFE, CONDENSE, RISALITA MURARIA

SEMINARIO 1 PATOLOGIE EDILIZIE: LE IMPERMEABILIZZAZIONI NEI LOCALI INTERRATI

Programma:

14.50 Accesso alla piattaforma e saluti
15.00 Inizio lavori
Presentazione Ing. Giovanni Moreschi: Componente della Commissione Ingegneria Forense dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Brescia

Il tema della protezione degli edifici dall’acqua di qualsiasi origine ed in qualsiasi forma e` prioritario se occorre garantire funzionalità` e durabilità` alle opere edili. Ed e` altrettanto importante curare questi aspetti per salvaguardare il contenuto degli edifici sia nell’edilizia privata che in quella pubblica. Si tratta di un argomento poco considerato ma di grande rilevanza se si tiene conto dell’elevata incidenza di danni e difetti correlati a questa categoria di patologie.
Inoltre, molto spesso diventa difficile e costoso effettuare riparazioni e riqualificazioni dei sistemi di tenuta all’acqua e all’umidità quando questi perdono efficacia. In questo corso verranno affrontate le tematiche relative all’impermeabilizzazione delle costruzioni e più` in generale delle porzioni interrate degli edifici partendo dal rapporto edificio-ambiente per poi affinare la conoscenza di tutti quei particolari costruttivi fondamentali che garantiscono la fruibilità` e la durabilità` delle opere. Verranno descritti i principali metodi, sistemi e materiali impiegabili nelle diverse possibilità` di impiego, con l’esposizione di alcuni interessanti casi di studio.

I parte: 1,5 ore P.I. Marco Argiolas
- Il concetto di impermeabilità, permeabilità e impermeabilità delle costruzioni
- Definizione e significato di impermeabilità, applicazioni nei casi specifici
- I sistemi impermeabili, materiali, tecniche e sistemi impermeabili
- Condizioni sollecitanti e vita utile di esercizio, parametri che influiscono sulla durabilità
- Concetto di idoneità alla funzione, applicabilità dei sistemi nei vari contesti di esercizio
- Impermeabilità dei locali interrati, principali criticità in funzione degli utilizzi
- Le impermeabilizzazioni strutturali, rendere impermeabili le strutture in massa
- Il contatto col terreno, interazioni fra edificio, umidità e acqua percolante
- Effetti della falda sulle costruzioni, interazioni fra le falde e le opere edili
- Vasche, serbatoi, piscine e altre tipologie di opere edili a tenuta d’acqua
- Le principali criticità, esame delle cause di danno più frequenti
- Casi pratici, alcune interessanti testimonianze descritte nel dettaglio

II parte: 1,5 ore Avv. Luca Bridi
- Norme italiane, panoramica di leggi, prassi e linee guida sul tema
- Gli attuali orientamenti giurisprudenziali
- Le situazioni più frequenti di contenzioso
- Analisi di sentenze commentate
- Gli errori più frequenti dei Tecnici

17:30-18.00 Risposte ai quesiti – Fine lavori
+ leggi tutto

25

Maggio

09:00 - 12:00 

3 crediti
3 ore

seminario di aggiornamento

GOTOMEETING ONLINE
AGG. PREV. INCENDI_IMPIANTI DI SPEGNIMENTO WATERMIST - PARTE 1
Seminario valido ai fini dell’aggiornamento in materia di prevenzione incendi, di cui all’art. 7 del D.M. 5/08/2011, finalizzato al mantenimento dell’iscrizione dei professionisti negli elenchi del Ministero dell’Interno ex D.Lgs. 139/2006.

In ottemperanza alla nota ministeriale 17073 del 14/12/2020 del Ministero dell’Interno, i corsi e seminari in materia di prevenzione incendi in modalità FAD sincrona, saranno realizzati tramite il programma GOTOMEETING, che permette l’interazione con il docente.
Tutti i discenti dovranno essere muniti di webcam; durante l’intera durata degli eventi formativi la webcam dovrà essere attiva per permettere il riconoscimento del discente da parte di questo Ordine. Si chiede che il microfono sia invece spento per evitare disturbo alle lezioni e di scrivere eventuali quesiti tramite l’apposita chat, a cui darà seguito il tutor o il docente stesso. Si avvisano i discenti che saranno previsti appelli “a sorpresa” durante gli eventi formativi e che chi dovesse risultare assente a qualunque titolo perderà le ore di aggiornamento, i CFP.

PROGRAMMA:

Ore 8.50: Registrazione partecipanti
Ore 9.00: Inizio lavori

Sistemi ad acqua nebulizzata - Progettazione e installazione.
Standard e protocolli di prova certificazioni, documentazione finale
Applicazioni, progetto esecutivo e calcoli idraulici

Ore 12.00 Fine lavori
+ leggi tutto

24

Maggio

09:00 - 13:00 

4 crediti
4 ore

seminario di aggiornamento

Sede dell’Ordine degli ingegneri della provincia di Brescia
AGG. CSP/CSE_TAVOLA ROTONDA PER GIOVANI COORDINATORI - EVENTO IN PRESENZA
EVENTO IN PRESENZA
OBBLIGO GREEN PASS RAFFORZATO E MASCHERINA

EVENTO VALIDO PER L’AGGIORNAMENTO QUINQUENNALE DEI COORDINATORI PER LA SICUREZZA SECONDO IL DLGS 81/2008 E PER L’AGGIORNAMENTO DI R.S.P.P. ED A.S.P.P., COME DISPOSTO DALL’ART. 32 C.6 D.LGS. 81/08 E DAL PROVVEDIMENTO CONFERENZA STATO-REGIONI 26/01/2006 N. 2407. SI PRECISA CHE IL SEMINARIO NON È RICONOSCIUTO AI FINI DELL’AGGIORNAMENTO PER R.S.P.P. DATORI DI LAVORO.

La Tavola rotonda ha lo scopo di supportare i coordinatori della sicurezza che svolgono la loro attività da circa 3 o 4 anni. La tavola rotonda si svolgerà, dopo una breve introduzione, rispondendo alle domande dei partecipanti. Allo scopo di rendere più proficua la partecipazione e la preparazione dei docenti, i partecipanti sono invitati, all’atto dell’iscrizione al corso, a formulare, anche su carta libera non necessariamente firmata, uno o più quesiti di loro interesse. Durante il corso i docenti risponderanno sia ai suddetti quesiti, sia agli altri quesiti posti durante il corso.

PROGRAMMA:

Ore 8.50 Registrazione dei partecipanti e saluti
Ore 9.00 Introduzione tavola rotonda

IL PROGRAMMA È DI FATTO COSTITUITO DALLE DOMANDE DEI PARTECIPANTI, che si prega di trasmettere all’indirizzo mail organizzazione@ordineingegneri.bs.it all’atto di iscrizione all’evento.

Ore 12.30 Dibattito e Conclusioni
Ore 13.00 Fine lavori
+ leggi tutto

18

Maggio

15:00 - 17:00 

2 crediti
2 ore

seminario

ONLINE: WEBINAR TRAMITE PIATTAFORMA GOTOWEBINAR
SEMINARIO INTRODUTTIVO_PATOLOGIE EDILIZIE: PRESENTAZIONE - ONLINE
CICLO DI SEMINARI PATOLOGIE EDILIZIE: IMPERMEABILIZZAZIONI, UMIDITA’, MUFFE, CONDENSE, RISALITA MURARIA

Il ciclo di seminari intende rispondere alle esigenze continue di formazione, in particolare dei Colleghi che, nell’attività di progettazione, direzione lavori, contenzioso o consulenza tecnica, si trovano ad affrontare le più diffuse “patologie edilizie” legate ad acqua ed umidità. Nell’incontro introduttivo sarà fornita una prima descrizione e caratterizzazione della problematica nelle sue forme più comuni e riscontrabili. Negli incontri successivi saranno trattati, in maniera specifica i singoli argomenti: caratteristiche, criticità e possibili metodi risolutivi.

Obiettivi:
Fornire le nozioni specialistiche legate alle criticità in oggetto.
Nello svolgimento del corso di formazione saranno:
• illustrate le criticità e le più comuni problematiche
• definite le modalità di diagnosi
• descritte alcune delle metodologie risolutive
• indicate le normative di riferimento laddove esistenti
• indicato l’orientamento giurisprudenziale con riferimento al tema in analisi

SEMINARIO INTRODUTTIVO PATOLOGIE EDILIZIE: PRESENTAZIONE

Programma:

Accesso alla piattaforma e saluti
15.00 Inizio lavori
Presentazione Ing. Luisa Massenti: Segretario della Commissione Ingegneria Forense dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Brescia

15:15 – 16:00 Argomenti P.I. Marco Argiolas
Il tema delle problematiche delle impermeabilizzazioni, legate all’umidità, alle muffe, alle condense, ed alla risalita muraria negli edifici.
Presentazione di alcuni esempi di realizzazioni, dei più comuni difetti progettuali ed errori realizzativi con le relative conseguenze.

16:00 – 16:45 Argomenti Avv. Luca Bridi
Analisi delle fasi e delle problematiche di una perizia in materia di umidità, i soggetti coinvolti e i terzi chiamati. Cenni sulle situazioni più frequenti di contenzioso e sulle principali possibilità di errore nelle procedure.

16:45-17.00 Dibattito, domande e risposte ai quesiti – Fine lavori
+ leggi tutto