Questo sito utilizza i cookie. Per maggiori informazioni consulta la nostra Politica sui cookie. Se per te va bene, continua a navigare. x
Accesso richiesto
Attenzione

Per accedere a quest’area è necessario effettuare la login al portale dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Brescia.

Buona navigazione.

Archivio eventi formativi

In quest’area sono presenti tutti gli eventi formativi passati ed è possibile scaricare
le dispense i il materiale didattico (ove disponibilie)

22

Settembre

18:00 - 19:15 

1 credito
1 ora

seminario

sede dell'AAB (vicolo delle Stelle, 4 - Brescia)
Non solo "BIGIO" - L'apparato scultoreo della piazza - La statua di Arturo Dazzi: caratteristiche, danni subiti dopo la guerra, la campagna di restauri
PRESENTAZIONE
Da tempo Brescia è attraversata da un acceso dibattito (sui media ma anche nelle istituzioni e nei luoghi ordinari della vita civile) su piazza della Vittoria, sui valori estetici in essa racchiusi, sulle modalità per valorizzarla, sull’opportunità di ricollocare la statua di Arturo Dazzi di cui una delibera de Consiglio comunale stabilì la rimozione nell’immediato dopoguerra. Ad alimentare e a volte a inasprire queste discussioni concorrono la nuova centralità che la piazza sta assumendo dopo il rifacimento della pavimentazione, l’apertura della stazione della metropolitana, gli eventi spettacolari ospitati, le sculture contemporanee ivi collocate in via temporanea, alcune polemiche sul destino da assegnare alla statua denominata “Era fascista” o, più popolarmente, “Il Bigio”.

Alcune di queste discussioni si basano su ricostruzioni approssimative e notizie frammentarie circa l’origine della piazza, le scelte di politica urbanistica che portarono alla sua realizzazione, gli effetti sociali che questo intervento determinò, il corredo scultoreo e decorativo che la caratterizzava, i profili e l’opera del progettista Marcello Piacentini e dello scultore Arturo Dazzi, il dibattito in corso in numerose altre città europee attorno al tema dei patrimoni “dissonanti” lasciati in eredità da regimi dittatoriali del recente passato.

Aab, alla luce delle finalità che la animano e delle competenze di cui è portatrice, ha organizzato per i mesi di settembre-ottobre 2017 un ciclo di incontri, con docenti locali e di università italiane, per offrire alla città strumenti di conoscenza e di valutazione aggiornati e adeguati. In questo modo crediamo di assolvere alla funzione civile, oltre che culturale, che caratterizza Aab.

PROGRAMMA 3° INCONTRO:
L'apparato scultoreo della piazza
Relatore: Baccanelli Francesco - Storico dell'arte
La statua di Arturo Dazzi: caratteristiche, danni subiti dopo la guerra, la campagna di restauri
Relatrice: Pedretti Elisa - Accademia Santa Giulia di Brescia

Ore 17.45 registrazione partecipanti

Ore 18.00 Inizio lavori

Ore 19.15 Fine lavori


+ leggi tutto

22

Settembre

10:00 - 13:30 

3 crediti
3 ore

seminario

Aula Magna Area di Ingegneria via Branze, 38 Brescia (BS)
La bicicletta, cuore e fulcro della mobilità sostenibile
PROGRAMMA

ore 9.00 - SALUTI ISTITUZIONALI
Maurizio Tira, Magnifico Rettore Università degli Studi di Brescia
Emilio Del Bono, Sindaco di Brescia
Carlo Scarpa, Presidente Brescia Mobilità
Marco Belardi, Presidente Ordine degli Ingegneri della Provincia di Brescia
Umberto Baratto, Presidente dell'Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Brescia
Giorgio Guzzoni, Consigliere FIAB Nazionale

ore 10.00 - Best practices dall'Italia e dall'Europa
Paolo Ruffino, Consulente mobilità ciclabile città Metropolitana di Amsterdam
Kristian Brink, Direttore Commerciale Nextbike Berlino
Luca Simeone, Presidente dell'Associazione Napoli Pedala
Federico Manzoni, Assessore alla Mobilità Comune di Brescia
Marco Medeghini, Direttore Generale Brescia Mobilità

ore 12.00 - cofee break

ore 12.15 - Tavola Rotonda: un approccio mulotidisciplinare alla mobilità ciclistica
Modera Giulio Maternini, Ordinario di Trasporti, Dipartimento di Ingegneria Civile, Architettura, Territorio; Ambiente e di Matematica, Università degli Studi di Brescia
Intervengono:
Alberto Croce, Direttore Generale Agenzia TPL
Carmine Trecroci, Associato di Economia Politica, Dipartimento di Economia e Management
Michele Pezzagno, Associato di Tecnica della Pianificazione Urbanistica, Dipartimento di Ingegneria Civile, Architettura, Territorio, Ambiente e di Matematica
Luca Lubini, Responsabile Servizio di Sicurezza Urbana del Comune di Brescia
Claudio Orizio, Ordinario dei Metodi e Didattiche delle Attività Motorie
Dipartimento di Scienze Cliniche e Sperimentali

ore 13.30 - Chiusura lavori
+ leggi tutto

21

Settembre

14:30 - 18:30 

4 crediti
4 ore

seminario

Aula Consiliare della facoltà di Ingegneria, via Branze, 38
INGEGNERIA FORENSE – Patologie di degrado - Esempi di recupero - 6° MODULO
PRESENTAZIONE
Il ciclo di seminari rappresenta un percorso formativo completo, sul piano giuridico, affinché l’ingegnere possa comprendere il contesto di riferimento della consulenza tecnica, sia sul piano tecnico-scientifico, affinché possa comprendere e approfondire il tipo di consulenza richiesta in ambito legale; per la completa efficacia formativa, si consiglia pertanto l’iscrizione all’intero ciclo di seminari.

Inizio lavori ore 14.30

Esempi di recupero delle patologie di degrado delle facciate
Esempi di recupero delle pavimentazioni industriali
Esempi di recupero di patologie da infiltrazioni

Fine Lvori ore 18.30
+ leggi tutto

21

Settembre

14:00 - 18:00 

8 crediti
8 ore

corso

SEDE DELL'ORDINE
ACUSTICA AMBIENTALE MODELLI DI PROPAGAZIONE IN CAMPO LIBERO
INTRODUZIONE:

una delle richieste della legge quadro sull’inquinamento acustico (legge 447/95) è di valutare le emissioni delle sorgenti sonore. tale valutazione può essere eseguita attraverso misurazioni sperimentali, ma qualora venga richiesto uno studio approfondito riguardo l’influenza delle diverse fonti o nel caso di installazioni poste vicino a sorgenti di rumore residuo che non siano disattivabili, si rende necessario l’uso di modelli matematici di propagazione. tali modelli consentono anche la simulazione dell’efficacia di eventuali interventi di bonifica o di variazioni del layout che comportino differenti caratteristiche acustiche del ciclo produttivo.
lo scopo del corso è di fornire gli strumenti di base per impostare correttamente una simulazione, tarare il modello sulla base di misure sperimentali, elaborare i dati e presentare i risultati. durante il corso verranno effettuate dimostrazioni pratiche sulla misurazione di alcuni parametri e sull’uso di un programma.


ORARI DEL CORSO

Ore 8.30 Rilevazione presenze e saluti
Ore 9.00 Inizio lavori
Ore 13.00 Pausa
Ore 14.00 Ripresa lavori
Ore 17.30 Test
Ore 18.00 Fine lavori

PROGRAMMA

?Leggi di propagazione in campo libero;
?Determinazione del livello di potenza sonora;
?Modelli di propagazione in-->out;
?Campo riverberante e semi-riverberante;
?Isolamento acustico di pannellature e di facciate composite;
?Barriere acustiche;
?Cenni al quadro legislativo;
?Impostazione del modello, taratura, confronto con i limiti di legge;
?Elaborazione dati e presentazione dei risultati;
?Valutazione dell’efficacia degli interventi di bonifica;
?Analisi di un caso reale;
? Test.

NOTA: Il corso è valido anche ai fini dell’aggiornamento per il mantenimento dell'iscrizione nell'elenco nazionale dei Tecnici Competenti in Acustica (Allegato 1 del DL 42, 17/02/17). La comunicazione deve essere effettuata alla Regione di appartenenza in base al DPR 445, 28/12/2000.
+ leggi tutto

20

Settembre

14:30 - 18:30 

4 crediti
4 ore

seminario

Università degli Studi di Brescia - Area di Ingegneria, via Branze n. 43, Aula B03
Spazi urbani condivisi
PROGRAMMAZIONE:

Ore 14,15 Registrazione dei partecipanti

Ore 14:30 Inizio lavori

Ore 14,30 Implicazioni nella pianificazione urbanistica
Prof. Ing. Roberto Busi

Ore 15,00 Gestione della mobilità
Prof. Ing. Giulio Maternini, Ordinario di Trasporti, Università degli Studi di Brescia

Ore 15,30 Esperienze nel Regno Unito
Prof. Graham Parkhurst, Director of Centre for Transport and Society Department
of Geography and Environmental Management, Faculty of Environment and
Technology, University of the West of England, Bristol, United Kingdom

Ore 16,00 Intervallo
Ore 16,20 Progettazione partecipata. Il caso di Brescia
Dott. Ing. Stefano Sbardella, responsabile del Settore mobilità, Comune di Brescia

Ore 16,50 Geometria delle infrastrutture
Prof. Ing. Felice Giuliani, Ordinario di Strade, Ferrovie e Aeroporti, Università degli
Studi di Parma

Ore 17,20 Pavimentazione, segnaletica ed elementi di arredo funzionale
Dott. Ing. Federico Autelitano, Assegnista di Ricerca, Università Politecnica delle
Marche

Ore 17,50 Fruibilità per tutti
Dott. Ing. Silvia Rossetti, Assegnista di Ricerca, Università degli Studi di Brescia

Ore 18,20 Dibattito e Conclusioni


Saluti
? Prof. Giovanni Plizzari, Direttore del DICATAM dell’Università degli Studi di
Brescia
? Avv. Federico Manzoni, Assessore alle politiche della Mobilità ed ai Servizi
Istituzionali del Comune di Brescia
? Ing. Marco Medeghini, Presidente AIIT Sezione Lombardia
? Rappresentante dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Brescia
? Rappresentante dell’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e
Conservatori della Provincia di Brescia
Moderatore: Prof. Ing. Roberto Busi, Emerito, Ordinario a r. nel s.c. “Pianificazione e
progettazione urbanistica e territoriale”

Ore 18:30 fine lavori
+ leggi tutto

20

Settembre

14:30 - 17:30 

3 crediti
3 ore

seminario

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BRESCIA, Sala della Biblioteca di via San Faustino, 74/B – Area di Economia
ETICA E CONSUMO DEL SUOLO - Le responsabilità personale e professionale
PROGRAMMA

14.00 Iscrizioni

14.30 Saluti ed introduzione
Anna Richiedei – Università degli Studi di Brescia (DICATAM), Centro Provinciale Studi Urbanistici

Relazione

Il consumo di suolo in Italia
Michele Munafò - ISPRA, Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale

Tavola Rotonda

L’importanza di un approccio ecologico
Antonella Bachiorri – Università di Parma, Centro di Etica Ambientale di Parma

Il consumo di suolo: una nota etica
Simone Morandini – Fondazione Lanza

Il rapporto città-campagna
Angela Galasso – AiCARE Agenzia Italiana per la Campagna e l’Agricoltura Responsabile e Etica (Roma)

Dalla norma alle pratiche professionali ed amministrative
Matteo Mascia – Fondazione Lanza

Dibattito/Conclusioni
Maurizio Tira – Università degli Studi di Brescia (DICATAM)

17.30 Conclusione dei lavori
+ leggi tutto

18

Settembre

16:30 - 18:30 

2 crediti
2 ore

seminario

la sede dell'Ordine
IMPLICAZIONI CIVILI, AMMINISTRATIVE, DEONTOLOGICHE E PENALI DELLA PERIZIA PER IL PROFESSIONISTA ED IL REQUISITO DI TERZIETÀ - La responsabilità per la perizia giurata per le agevolazioni fiscali del piano industria 4.0
PRESENTAZIONE

Scopo del seminario è presentare il ventaglio di responsabilità che possono essere imputate al professionista che redige un elaborato peritale di contenuto errato e/o non veritiero. Dopo un inquadramento generale sulle implicazioni dell’asseverazione e del giuramento di una perizia, ci si concentrerà sulla responsabilità dell’ingegnere e del perito industriale che sottoscrive la “perizia tecnica giurata”, necessaria per gli investimenti in beni di costo superiore ad euro 500.000 per beneficiare della principale agevolazione fiscale connessa al Piano nazionale Industria 4.0: gli iper-ammortamenti su beni strumentali. Verranno esaminate le implicazioni di natura civile, penale, deontologica ed erariale, con riferimento alle fonti normative nonché alla giurisprudenza in materia, che trovino applicazione per analogia ad una fattispecie assolutamente inedita nel panorama italiano. Infine verrà approfondito il requisito imposto al professionista di “terzietà” rispetto ai produttori e/o fornitori dei beni strumentali oggetto della perizia.

PROGRAMMA DEL SEMINARIO

Ore 16.00 Rilevazione presenze
Ore 16.30 Inizio lavori
- La perizia asseverata e la perizia giurata: il diverso valore dei due istituti legali
- Panoramica delle responsabilità del professionista in caso di perizia errata e/o non veritiera
- La responsabilità civile: il criterio di imputazione della responsabilità ed il risarcimento del danno
- La responsabilità penale: gli elementi integranti la fattispecie criminosa e la truffa aggravata nei confronti dell’erario
- La responsabilità deontologica nel Codice Deontologico degli Ingegneri
- La responsabilità amministrativa erariale ed i casi in cui potrebbe sussistere
- Il requisito di “terzietà” nella redazione della perizia.

Ore 18.30 Fine lavori
+ leggi tutto

18

Settembre

14:30 - 18:30 

4 crediti
4 ore

seminario

Aula Consiliare della facoltà di Ingegneria, via Branze,38
INGEGNERIA FORENSE – Proprietà, degrado e patologie di degrado dei materiali da costruzione - 5° MODULO
PRESENTAZIONE
Il ciclo di seminari rappresenta un percorso formativo completo, sul piano giuridico, affinché l’ingegnere possa comprendere il contesto di riferimento della consulenza tecnica, sia sul piano tecnico-scientifico, affinché possa comprendere e approfondire il tipo di consulenza richiesta in ambito legale; per la completa efficacia formativa, si consiglia pertanto l’iscrizione all’intero ciclo di seminari.

Inizio lavori ore 14.30

-I temi trattati riguardano il degrado delle strutture e dei materiali da costruzione (sia per le opere strutturali sia per le finiture come le impermeabilizzazioni o le facciate), le cause dei difetti e le tecniche di indagine, con i necessari riferimenti alle norme e alle certificazioni

Fine lavori ore 18.30
+ leggi tutto

18

Settembre

09:30 - 12:30 

3 crediti
3 ore

seminario

la sede dell'Ordine degli ingegneri della Provincia di Brescia
La sicurezza stradale
PROGRAMMA

Ore 9.00 Rilevazione presenze e saluti


Ore 9.30 Inizio lavori

? Introduzione
Ing. Renato Brignani (Coordinatore Commissione Urbanistica Ordine Ingegneri di Brescia)
Ass.re Federico Manzoni (Assessore con delega alle politiche della Mobilità ed ai Servizi Istituzionali)

? L’incidentalità nel Comune di Brescia e le misure per la sicurezza stradale
Ass.re Valter Muchetti (Assessore con delega alla Rigenerazione urbana e Politiche per una città sicura)

? Rigenerazione urbana e sicurezza: obiettivi strategici negli interventi urbanistici per migliorare la qualità dello spazio pubblico
Ass.re Michela Tiboni (Assessore con delega all’Urbanistica e pianificazione per lo sviluppo sostenibile)

? Il controllo di polizia come strumento di contrasto all’incidentalità stradale
Dott. Roberto Novelli (Comandante - Responsabile del Settore Polizia Locale)

? Il trasporto pubblico per aumentare la sicurezza urbana
Ing. Marco Medeghini (Direttore Generale di Brescia Mobilità S.p.A.)

? Le tipologie di analisi di sicurezza e metodologie di intervento
Prof. Ing. Giulio Maternini (Professore ordinario di Ingegneria dei Trasporti Università degli Studi di Brescia)

? Le conseguenze degli incidenti
Dott. Luca Savardi - (Presidente Icaro Onlus)

? Domande e conclusioni

Ore 12.30 Fine lavori
+ leggi tutto

15

Settembre

18:00 - 19:15 

1 credito
1 ora

seminario

sede dell'AAB (vicolo delle Stelle, 4 - Brescia)
Non solo "BIGIO" - Piazza della Vittoria e il suo progettista Marcello Piacentini: visione architettonica, opere coeve, dibattito architettonico dell'epoca
PRESENTAZIONE
Da tempo Brescia è attraversata da un acceso dibattito (sui media ma anche nelle istituzioni e nei luoghi ordinari della vita civile) su piazza della Vittoria, sui valori estetici in essa racchiusi, sulle modalità per valorizzarla, sull’opportunità di ricollocare la statua di Arturo Dazzi di cui una delibera de Consiglio comunale stabilì la rimozione nell’immediato dopoguerra. Ad alimentare e a volte a inasprire queste discussioni concorrono la nuova centralità che la piazza sta assumendo dopo il rifacimento della pavimentazione, l’apertura della stazione della metropolitana, gli eventi spettacolari ospitati, le sculture contemporanee ivi collocate in via temporanea, alcune polemiche sul destino da assegnare alla statua denominata “Era fascista” o, più popolarmente, “Il Bigio”.

Alcune di queste discussioni si basano su ricostruzioni approssimative e notizie frammentarie circa l’origine della piazza, le scelte di politica urbanistica che portarono alla sua realizzazione, gli effetti sociali che questo intervento determinò, il corredo scultoreo e decorativo che la caratterizzava, i profili e l’opera del progettista Marcello Piacentini e dello scultore Arturo Dazzi, il dibattito in corso in numerose altre città europee attorno al tema dei patrimoni “dissonanti” lasciati in eredità da regimi dittatoriali del recente passato.

Aab, alla luce delle finalità che la animano e delle competenze di cui è portatrice, ha organizzato per i mesi di settembre-ottobre 2017 un ciclo di incontri, con docenti locali e di università italiane, per offrire alla città strumenti di conoscenza e di valutazione aggiornati e adeguati. In questo modo crediamo di assolvere alla funzione civile, oltre che culturale, che caratterizza Aab.

PROGRAMMA 2° INCONTRO:
Piazza della Vittoria e il suo progettista Marcello Piacentini: visione architettonica, opere coeve, dibattito architettonico dell'epoca
Relatore: Nicoloso Paolo - Università di Trieste

Ore 17.45 registrazione partecipanti

Ore 18.00 Inizio lavori

Ore 19.15 Fine lavori

+ leggi tutto

15

Settembre

14:30 - 18:00 

3 crediti
3 ore

seminario

la sede dell'Ordine
POSA E COLLAUDO FOGNATURA SECONDO NORMA UNI EN 1610
PRESENTAZIONE:

La presente norma europea è applicabile all'installazione e al collaudo delle connessioni di scarico e dei collettori di fognatura generalmente interrati nel sottosuolo e che solitamente funzionano a gravita.
Quando si realizza un opera fognaria, il buon esito dell’opera eseguita, si realizza con operazione di collaudo che garantisce la tenuta dei componenti della fognatura a gravità garantendo un sistema di scarico che non inquini il terreno e le eventuali falde acquifere.

PROGRAMMA DEL SEMINARIO

Ore 14.00 Registrazione dei partecipanti

Ore 14.30 Inizio Lavori

Introduzione alle problematiche relative alle reti fognarie (Ing. Alberto Perrotti)
Normativa UNI EN 1610 relativa alla posa e collaudo delle tubazioni in fognatura a gravità, Illustrazione della norma e descrizione sui metodi di posa corretta dei tubi, come eseguire un collauda delle tubazioni con il metodo ad aria o ad acqua per il controllo ottimale del lavoro garantendo la tenuta per evitare inquinamento del suolo o infiltrazioni di acque che nuocciono al depuratore.

Coffe break

Gamma, caratteristiche e norme di riferimento per una scelta di tubazioni in gravità di materiali diversi
(P.I. Roberto Cani)
Illustrazione gamma tubazioni presenti sul mercato di vario materiale per fognatura (acque bianche e nere) con riferimento alle normativa riferita al materiale, lettura e significati della marcatura del tubo, scelta della tipologia di tubo in funzione dell’utilizzo

Dibattito

Ore 18.00 Fine lavori
+ leggi tutto

15

Settembre

09:00 - 13:00 

4 crediti
4 ore

seminario

SEDE DELL'ORDINE
RINFORZO DEI TERRENI CON GEOSINTETICI
INTRODUZIONE

Il Seminario affronta il tema del consolidamento e della stabilizzazione dei terreni in campo infrastrutturale mediante l’utilizzo di geosintetici di rinforzo. Vengono inoltre trattati gli aspetti progettuali degli interventi di rinforzo con geosintetici, con particolare riguardo ai principali campi d’applicazione, quali le infrastrutture viarie e le applicazioni geotecniche in generale. Oltre a fornire le basi per un corretto dimensionamento degli interventi, il seminario affronta anche gli aspetti per una corretta posa in opera di questi sistemi innovativi attraverso soluzioni progettuali adottate in numerosi casi reali.

PROGRAMMA

Ore 8.30 Rilevazione presenze e saluti

Ore 9.00 Inizio lavori

- Il rinforzo dei terreni con geosintetici.
Principi di progettazione, cenni normativi, terre rinforzate ed esempi pratici.
Campi di applicazione delle strutture in terra rinforzata.

- Rilevati stradali e ferroviari fondati su terreni problematici. Rinforzo di base, rilevati fondati su pali, colonne portanti con geotessili tubolari, attraversamento di cavità.

- Quesiti e conclusioni

Ore 13.00 Fine lavori
+ leggi tutto

19

Settembre

14:00 - 18:00 

16 crediti
16 ore

corso di aggiornamento

la sede dell'Ordine
Aggiornamento ASPP/RSPP: Documentazione tecnica - come redigere manuali, relazioni, report nel modo più efficace e professionale (corso pratico)
Valido per l'aggiornamento ASPP/RSPP

PRESENTAZIONE
In un contesto in continua evoluzione, un tema centrale è quello delle informazioni tecniche: dalle relazioni sulla Valutazione dei Rischi a quelle del Fascicolo Tecnico, dalle relazioni tecniche alle informazioni post-vendita. Quando si sviluppa questo tipo di informazioni si tende a scrivere senza mettersi nei panni del lettore finale. Il ruolo degli ingegneri è importante non solo per redigere tout court le informazioni, ma anche per valutare se sono effettivamente conformi ai requisiti, se sono corrette, complete e soprattutto facilmente leggibili.
Il Linguaggio Tecnico Semplificato® apre una nuova frontiera per elaborare documenti che siano davvero un efficace strumento di lavoro. Il tutto anche con una significativa riduzione dei tempi di scrittura e del time to market, senza dimenticare i vantaggi anche in termini di diminuzione dei costi di traduzione multilingua.
Il corso si presenta in modalità full immersion, articolato su due giornate di otto ore. I relatori adotteranno una forma didattica attiva, volta a massimizzare il coinvolgimento dei partecipanti. A fianco di una parte teorica sono previste esercitazioni pratiche, nelle quali i partecipanti potranno progettare la struttura di un documento tecnico con lo sviluppo di alcune parti di testo.

PROGRAMMA
PRIMA GIORNATA – GIOVEDI' 14 SETTEMBRE

Ore 08.30 Registrazione partecipanti
Ore 09.00 alle 13.00
- Confronto con i partecipanti per individuare i desiderata e il loro stato dell'arte.
- Direttive e norme di prodotto: l'importanza di conoscere e applicare le indicazioni riportate per elaborare testi tecnici conformi.
- Linguaggio Tecnico Semplificato: come strutturare le frasi con i principi del Linguaggio Controllato (1a parte)

Ore 14.00 alle 18.00
- Linguaggio Tecnico Semplificato: come strutturare le frasi con i principi del Linguaggio Controllato (2a parte)
- Progettazione 3D: i vantaggi ottenibili nei testi tecnici con i dati nativi di progetto.
- Un'illustrazione vale più di mille parole.
- Linguaggio testuale e grafico: come applicare il principio di comunicazione Vedere- Pensare-Usare.

SECONDA GIORNATA – MARTEDì 19 SETTEMBRE

Ore 08.30 Registrazione partecipanti
Ore 09.00 alle 13.00
- Metodi e principi di redazione: progettare la scaletta degli argomenti
- Esercitazioni pratiche per applicare le teorie di scrittura (1a parte)

Ore 14.00 alle 18.00
- Esercitazioni pratiche per applicare le teorie di scrittura (2a parte)
- Confronto con i partecipanti per rivedere i punti che necessitano di chiarimenti specifici.

+ leggi tutto

13

Settembre

14:30 - 18:30 

4 crediti
4 ore

seminario

Aula Consiliare della facoltà di Ingegneria, via Branze
INGEGNERIA FORENSE - Il verbale e l’organizzazione del lavoro di consulenza tecnica, problematiche generali ed errori nelle conduzioni delle CTU - 4° MODULO
PRESENTAZIONE
Il ciclo di seminari rappresenta un percorso formativo completo, sul piano giuridico, affinché l’ingegnere possa comprendere il contesto di riferimento della consulenza tecnica, sia sul piano tecnico-scientifico, affinché possa comprendere e approfondire il tipo di consulenza richiesta in ambito legale; per la completa efficacia formativa, si consiglia pertanto l’iscrizione all’intero ciclo di seminari.

Inizio lavori ore 14.30

– Il verbale e l’organizzazione del lavoro di consulenza tecnica, problematiche generali ed errori nelle conduzioni delle CTU

Fine lavori ore 18.30

+ leggi tutto

13

Settembre

14:30 - 17:30 

3 crediti
3 ore

seminario

La sede dell'Ordine
IL DESIGN INDUSTRIALE: PROFILI TECNICO-GIURIDICI, STRUMENTI DI TUTELA E MODALITÀ DI SFRUTTAMENTO
INTRODUZIONE

Il Seminario è la quarta tappa del “Percorso formativo in Proprietà Industriale ed Intellettuale -anno 2017”, riproposizione del Seminario già tenuto nel 2016 è alla sua seconda edizione.
Accanto alla tradizionale tutela delle innovazioni conferita dai brevetti per invenzione e dai modelli di utilità, assume un ruolo di sempre maggiore rilievo la tutela dell’estetica di un prodotto. Il seminario si propone di dare una visione generale degli strumenti di tutela messi a disposizione dalla normativa vigente, in Italia e all’estero, di sottolineare analogie e differenze con gli altri strumenti di tutela e di accennare ad alcune tipiche problematiche legali connesse alla materia.

PROGRAMMA

Ore 14.00 Registrazione dei partecipanti

Ore 14.30 Inizio lavori
A cura dell’ing. Gianluca Pulieri di Jacobacci & Partners S.p.A.
- La Proprietà Intellettuale e gli strumenti di tutela del design
- I modelli registrati per l’Italia
- Convenzioni sovranazionali: Modello Comunitario e Modello Internazionale
- Cenni sul Diritto d’Autore, sul marchio di forma e sulla concorrenza sleale
- La titolarità dei diritti
- Gli strumenti di circolazione dei diritti
- Gli strumenti di tutela giudiziaria

Ore 17.30 Fine lavori
+ leggi tutto

12

Settembre

16:30 - 18:30 

2 crediti
2 ore

seminario

la sede dell'Ordine
LE VALUTAZIONI DEI BENI IMMOBILI - Casi e rilevanza della nullità e dell'annullabilità degli atti di compravendita
PRESENTAZIONE

Nell'ambito delle valutazioni dei beni immobili e delle Consulenze Tecniche D'Ufficio e Consulenze Tecniche di Parte, molto spesso l'ingegnere si trova a dover leggere ed analizzare gli atti di compravendita.
Il seminario consentirà un'analisi delle principali situazioni in cui un atto può essere ritenuto nullo o annullabile ed offrirà la possibilità di comprendere le condizioni di trasferimento della proprietà immobiliare o degli altri diritti reali immobiliari.

PROGRAMMA

Ore 16.00 Registrazione dei partecipanti

Ore 16.30 Saluti ed inizio lavori

Ing. Ippolita Chiarolini (Consigliere e Coordinatrice della Commissione ingegneria economico-estimativa)

Introduzione argomento del seminario - Ing. Maria Grazia Cerchia – Segretario Commissione ingegneria economico-estimativa

Notaio Elena Peperoni - Notaio, componente Consiglio Notarile di Brescia

Ore 18.00 Quesiti

Ore 18.30 Fine lavori
+ leggi tutto

12

Settembre

09:30 - 12:30 

3 crediti
3 ore

seminario

SEDE DELL'ORDINE
Autorizzazione paesaggistica semplificata, le nuove regole - DPR 31/2017 DEL 13 FEBBRAIO 2017
PROGRAMMA

Ore 9.00 Rilevazione presenze

Inizio lavori Ore 9.30

-Ing. Renato Brignani (Coordinatore Commissione Urbanistica Ordine Ingegneri di Brescia)
Introduzione, cenni normativi, iter procedura ordinaria.

-Arch. Cinzia Robbiati (Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio delle Province di Bergamo e Brescia)
- DPR 31/2017 DEL 13 FEBBRAIO 2017
- Interventi esclusi da autorizzazione paesaggistica
- Interventi sottoposti ad autorizzazione semplificata
- Relazione paesaggistica semplificata
- Interpretazioni del Ministero dei beni culturali architettonici e paesaggistici
- Casi pratici ed interpretazioni

-Arch. Floriana Petracco (Politecnico di Milano - Facoltà di Architettura - Professore a contratto “Responsabile del Settore Urbanistica - Edilizia privata – SUAP” - Comune di Sirmione)
- Il punto di vista del tecnico comunale
- Iter procedurale
- Schemi e semplificazioni
- Casi Pratici -interpretazioni e criticità
-Domande e conclusioni

Fine lavori Ore 12.30
+ leggi tutto

11

Settembre

14:30 - 18:30 

4 crediti
4 ore

seminario

Aula Consiliare della facoltà di Ingegneria, via Branze
INGEGNERIA FORENSE – Articoli del codice, legislazione tecnica, norme e documenti tecnici - 3° MODULO
PRESENTAZIONE
Il ciclo di seminari rappresenta un percorso formativo completo, sul piano giuridico, affinché l’ingegnere possa comprendere il contesto di riferimento della consulenza tecnica, sia sul piano tecnico-scientifico, affinché possa comprendere e approfondire il tipo di consulenza richiesta in ambito legale; per la completa efficacia formativa, si consiglia pertanto l’iscrizione all’intero ciclo di seminari.

Inizio lavori ore 14.30

- Premessa generale sulla distinzione tra norme giuridiche, atti esecutivi, precedenti giudiziari e norme tecniche-deontologiche (es.: le c.d. regole dell’arte)
- Incidenza delle distinzioni tra le fonti appena descritte sulla responsabilità dell’ingegnere
- La redazione della perizia e l’impiego delle fonti di cognizione precedentemente descritte: loro incidenza sulla validità ed efficacia della perizia (cenni al problema dell’inesatta formulazione della perizia, cui sarà dedicato un incontro successivo)
- Valutazione casistica del problema alla luce di casi riguardanti la stima immobiliare e il crollo degli edifici (cui saranno dedicati gli incontri della II parte)

Fine lavori ore 18.30
+ leggi tutto

08

Settembre

18:00 - 19:30 

1 credito
1 ora

seminario

sede dell'AAB (Vicolo delle Stelle 4 - Brescia)
Non solo "BIGIO" - Il piano regolatore, gli sventramenti, le scelte urbanistiche e le modalità realizzative che portarono alla costruzione di piazza della Vittoria
PRESENTAZIONE
Da tempo Brescia è attraversata da un acceso dibattito (sui media ma anche nelle istituzioni e nei luoghi ordinari della vita civile) su piazza della Vittoria, sui valori estetici in essa racchiusi, sulle modalità per valorizzarla, sull’opportunità di ricollocare la statua di Arturo Dazzi di cui una delibera de Consiglio comunale stabilì la rimozione nell’immediato dopoguerra. Ad alimentare e a volte a inasprire queste discussioni concorrono la nuova centralità che la piazza sta assumendo dopo il rifacimento della pavimentazione, l’apertura della stazione della metropolitana, gli eventi spettacolari ospitati, le sculture contemporanee ivi collocate in via temporanea, alcune polemiche sul destino da assegnare alla statua denominata “Era fascista” o, più popolarmente, “Il Bigio”.

Alcune di queste discussioni si basano su ricostruzioni approssimative e notizie frammentarie circa l’origine della piazza, le scelte di politica urbanistica che portarono alla sua realizzazione, gli effetti sociali che questo intervento determinò, il corredo scultoreo e decorativo che la caratterizzava, i profili e l’opera del progettista Marcello Piacentini e dello scultore Arturo Dazzi, il dibattito in corso in numerose altre città europee attorno al tema dei patrimoni “dissonanti” lasciati in eredità da regimi dittatoriali del recente passato.

Aab, alla luce delle finalità che la animano e delle competenze di cui è portatrice, ha organizzato per i mesi di settembre-ottobre 2017 un ciclo di incontri, con docenti locali e di università italiane, per offrire alla città strumenti di conoscenza e di valutazione aggiornati e adeguati. In questo modo crediamo di assolvere alla funzione civile, oltre che culturale, che caratterizza Aab.

PROGRAMMA 1° INCONTRO:
Il piano regolatore, gli sventramenti, le scelte urbanistiche e le modalità realizzative che portarono alla costruzione di piazza della Vittoria
Relatrice: Coccoli Carlotta - Università di Brescia

Ore 18.00 registrazione partecipanti

Ore 18.15 Inizio lavori

Ore 19.30 Fine lavori

+ leggi tutto

08

Settembre

14:30 - 17:30 

3 crediti
3 ore

seminario

SEDE DELL'ORDINE
LA STIMA DI VALORE DELLE SERVITU’ PREDIALI
PRESENTAZIONE

Il Seminario è un evento del percorso formativo sulla stima del valore dei beni materiali e immateriali.
Il seminario illustrerà la procedura di valutazione e la stima di valore delle servitù, passando dalla definizione di servitù prediale, alle modalità di costituzione e alla classificazione, al criterio estimativo, al procedimento di stima e all’estinzione della servitù. Le servitù permanenti e temporanee. Le Servitù di passaggio, da elettrodotto, da acquedotto e da metanodotto.

Ore 14.00 Registrazione dei partecipanti
Ore 14.30 Seminario
Ore 17.00 Conclusioni e quesiti
Ore 17.30 Fine lavori

+ leggi tutto

08

Settembre

09:00 - 13:00 

4 crediti
4 ore

seminario

SEDE DELL'ORDINE
Aggiornamento ASPP/RSPP E CSP/CSE: L’accordo Stato-Regioni 07/07/2016 e normative in ambito di Salute e Sicurezza sul Lavoro
PROGRAMMA

Ore 8.30 Rilevazione presenze e saluti – Ing. Guerra (Segretario dell’Ordine e referente del Consiglio per le Commissioni Sicurezza)

Ore 9.00 Inizio lavori

Ing. Lucio Fattori (Formatore e consulente in salute e sicurezza sul lavoro)
- La struttura dell’Accordo Stato – Regioni 07/07/2016
- Confronto tra Accordo Stato - Regioni 2006 e Accordo Stato Regioni 2016
- Gli aggiornamenti: modalità e scadenze
- Prospettive e opportunità

Dott.ssa Maria Frassine (Responsabile Ufficio Studi e Legislativo AiFOS)
- Gli esoneri
- L’All. V tabella riassuntiva dei criteri di formazione
- Criticità dell’Accordo Stato-Regioni 07 luglio 2017
- La qualifica dei formatori - D.I 06/03/2013

Prof. Rocco Vitale (Presidente AiFOS)
- All. IV dell’Accordo Stato-Regioni 2016
- Il Manager della sicurezza: il ruolo ed i compiti del RSPP

Geom. Stefano Farina (Consigliere Nazionale AiFOS e Responsabile Nazionale Settore AiFOS Costruzioni)
- Accordo Stato Regioni 22/02/2012
- Le attrezzature di lavoro escluse dall’Accordo
- D.I. 4 marzo 2013 criteri di sicurezza per attività in presenza di traffico veicolare

Ore 13.00 Fine lavori
+ leggi tutto

07

Settembre

14:30 - 19:30 

5 crediti
5 ore

seminario di aggiornamento

SEDE DELL'ORDINE
AGGIORNAMENTO IN PREVENZIONE INCENDI: La prevenzione incendi nelle autorimesse. Dal D.M. 01/02/1986 alla nuova RTV D.M. 21/02/2017 inserita nel codice: confronti ed esempi applicativi.
Seminario di aggiornamento in materia di prevenzione incendi, di cui all’art. 7 del D.M. 5/08/2011, finalizzato al mantenimento dell’iscrizione dei professionisti negli elenchi del Ministero dell’Interno ex D. Lgs. 139/2006.

PROGRAMMA

Ore 14.00 Registrazione dei partecipanti
Ore 14.30 Inizio lavori

Prima parte
- Gli incendi nelle autorimesse; l'approccio prescrittivo classico; il nuovo approccio introdotto dal Codice di Prevenzione Incendi (D.M. 03/08/2015).
- La sicurezza antincendio nelle Autorimesse; evoluzione normativa; la struttura del D.M. 01/02/1986; le criticità principali; Le novità del D.M. 21/02/2017, nuova RTV per autorimesse inserita nel Codice (Sezione V – Cap. V.6).

Seconda parte
- Esempi progettuali di autorimesse di dimensioni medio-piccole e di autorimesse di grandi dimensioni su più livelli; confronti tra le due RTV; conclusioni finali.

Ore 19.30 Fine lavori
+ leggi tutto

07

Settembre

14:30 - 18:30 

4 crediti
4 ore

seminario

Aula Consiliare della facoltà di Ingegneria, via Branze
INGEGNERIA FORENSE - Le responsabilità professionali, i procedimenti, il flusso delle azioni nel procedimento - 2° MODULO
PRESENTAZIONE
Il ciclo di seminari rappresenta un percorso formativo completo, sul piano giuridico, affinché l’ingegnere possa comprendere il contesto di riferimento della consulenza tecnica, sia sul piano tecnico-scientifico, affinché possa comprendere e approfondire il tipo di consulenza richiesta in ambito legale; per la completa efficacia formativa, si consiglia pertanto l’iscrizione all’intero ciclo di seminari.

Inizio lavori ore 14.30

- Distinzione tra responsabilità civile, penale e disciplinare dell’ingegnere: cenni alla responsabilità per erronea o imprecisa consulenza tecnica o di parte (cui sarà dedicato il IV incontro)
- Caratteri generali della responsabilità civile e penale: loro incidenza nell’attività dell’ingegnere
- Approfondimento (casistico e giurisprudenziale) sulla responsabilità dell’ingegnere in ambito di appalti (privati e pubblici)
- Distinzione tra oggetto della perizia e responsabilità per mancata o erronea perizia (cui si dedicherà l quarto incontro)

Fine lavori ore 18.30
+ leggi tutto

06

Settembre

14:30 - 18:30 

4 crediti
4 ore

corso di aggiornamento

la sede dell'Ordine
Aggiornamento ASPP/RSPP: Valutazione della esposizione a sostanze cancerogene
valido per l’aggiornamento ASPP/RSPP

PROGRAMMA

Ore 14.00 Registrazione dei partecipanti
Presentazione e saluti
Ing. Simoni – Coordinatore Commissione Sicurezza Luoghi di lavoro
Ore 14.30 Inizio lavori
– Principali sostanze cancerogene presenti nei cicli produttivi bresciani
– Classificazione delle sostanze cancerogene
– Informazioni utili da reperire per la valutazione della esposizione
– Metodiche di valutazione qualitative e quantitative dell’esposizione a sostanze cancerogene
– Uso dei dati di rilevazione ambientale e di monitoraggio biologico per la valutazione
– Valori limite e confronto con i valori di esposizione professionali e della popolazione in generale
– Esempio di valutazione in settori industriali bresciani
– Valutazione apprendimento
Ore 18.30 Fine lavori
+ leggi tutto

06

Settembre

14:00 - 18:00 

4 crediti
4 ore

seminario

aula magna UNIMONT, Via Morino 8, Edolo
Edilizia e nuovi requisiti degli appalti nel "Green pubblic procurement"-sessione pomeridiana-EDOLO
IL SEMINARIO SI TERRA' PRESSO L'AULA MAGNA UNIMONT, Via Morino 8, Edolo

PRESENTAZIONE
Il ciclo di due seminari propone un percorso formativo rivolto all’aggiornamento nell’ambito dello sviluppo sostenibile, l’innovazione tecnologia e gli appalti pubblici, in particolare nelle aree montane.

EDILIZIA E NUOVI REQUISITI DEGLI APPALTI NEL "GREEN PUBBLIC PROCUREMENT"-sessione pomeridiana
inizio lavori ore 14.00

- Specifiche Tecniche per Gruppi di edifici
Territorio e ambiente, impatto sul sistema idrografico (prof. G.B. Bischetti, UniMont-DiSAA Università degli Studi di Milano)
Approvvigionamento energetico, illuminazione pubblica (prof. Graziano Salvalai - Dipartimento di Architettura, Ingegneria delle Costruzioni e Ambiente Costruito del Politecnico di Milano)
- Specifiche Tecniche dell’edificio (prof. Graziano Salvalai - Dipartimento di Architettura, Ingegneria delle Costruzioni e Ambiente Costruito del Politecnico di Milano)
Diagnosi e prestazione energetica, Approvvigionamento energetico, Qualità ambientale interna.

fine lavori ore 18.00
+ leggi tutto