Questo sito utilizza i cookie. Per maggiori informazioni consulta la nostra Politica sui cookie. Se per te va bene, continua a navigare. x
Accesso richiesto
Attenzione

Per accedere a quest’area è necessario effettuare la login al portale dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Brescia.

Buona navigazione.

Altri eventi formativi

In quest'area sono presenti gli eventi di interesse proposti dagli enti e dalle associazioni del
territorio Bresciano e Nazionale

02

Ottobre

Ordine degli Ingegneri della provincia di Milano, via A. Doria 9
La Lombardia nel sistema territoriale padano
Programma

9.00 Iscrizioni

9.30 Saluti ed Introduzione
- Mario Nova – Presidente del Centro Regionale di Studi Urbanistici della Lombardia (CeRSUL)
- Gianni Verga – Collegio degli Ingegneri e degli Architetti di Milano (CIAM)
Relazione generale
Sistema urbano e mobilità: il LiMeS Padano
- Roberto Busi – Emerito di Tecnica e pianificazione urbanistica nell’Università degli Studi di Brescia (area di Ingegneria)
Ne discutono
- Paolo Ventura – Ordinario di Tecnica e pianificazione urbanistica nell’Università degli Studi di Parma (area di Architettura)
- Agostino Cappelli – Ordinario di Ingegneria dei trasporti nell’Università IUAV di Venezia (area di Architettura)
- Alberto Clerici – Associato di Geologia applicata nell’Università degli Studi di Brescia (area di Ingegneria)
- Alessandro Paoletti – Ordinario a r. di Costruzioni idrauliche nel Politecnico di Milano (area di Ingegneria)
- Alessandro Toccolini – Ordinario di Costruzioni rurali e territorio agroforestale nell’Università degli Studi di Milano (area di Agraria)
- Sergio Malcevschi – Ricercatore a r. di Ecologia nell’Università degli Studi di Pavia (area di Scienze matematiche, fisiche e naturali)

Interventi dal pubblico

13.00 Conclusioni
 
+ leggi tutto

30

Maggio

Università degli Studi di Brescia
Presentazione della Collana Expectations e del Volume Eutopia Urbana / Eutopia Urbanscape
La rigenerazione del costruito e del tessuto urbano è una delle grandi sfide del nostro tempo, soprattutto per coloro che devono, o vogliono, confrontarsi con i processi di sviluppo dei territori e delle città. In Europa da anni sono state sperimentate strategie operative che hanno permesso di conseguire risultati di sicura eccellenza. In Italia siamo ancora agli albori di studi sistematici sulla rigenerazione urbana che, al momento, si attua quasi solo attraverso interventi episodici, privi di coordinamento, e restituisce un panorama eterogeneo di tecniche e tattiche disparate, in cui s’intrecciano demolizioni, interventi sullo spazio pubblico, sulla morfologia degli edifici con esiti modesti sul piano dell'integrazione. L’Università degli Studi di Brescia e il Dipartimento di Ingegneria Civile, Architettura, Territorio, Ambiente e di Matematica (DICATAM), da alcuni anni a questa parte hanno posto al centro della didattica e della ricerca i temi legati alla riqualificazione e alla manutenzione dell’ambiente costruito. In seno al DICATAM, il “Gruppo di ricerca di Architettura” ha svolto un complesso lavoro i cui esiti sono raccolti nella pubblicazione, curata da Barbara Angi, dal titolo: Eutopia Urbana. La riqualificazione integrata dell'edilizia sociale / Eutopia Urbanscape. The combined redevelopment of social housing (inserita nella nuova collana Expectations della casa editrice LetteraVentidue). Sono qui riassunti i temi multidisciplinari di un Programma di Ricerca di Interesse Nazionale (PRIN) sulla riqualificazione integrata (strutturale, tipo-morfologica e prestazionale) del patrimonio edilizio italiano, della quale Marina Montuori è stata coordinatore nazionale e dell’unità locale dell’Università degli Studi di Brescia.
+ leggi tutto

16

Maggio

Università degli Studi di Brescia
Attualità e prospettive del laureato in ingegneria
L’obiettivo dell'iniziativa è quello di interagire con i rappresentanti del territorio (realtà produttive,
enti pubblici, istituzioni locali e nazionali, etc.) per migliorare ed ottimizzare l’offerta formativa del
nostro Ateneo in generale e dell’area ingegneristica in particolare. Attraverso la presentazione di
importanti figure di riferimento dell'Ingegneria si cercherà di fornire una visione più ampia
e aggiornata della figura dell’Ingegnere che tenga conto delle prospettive di sviluppo del Paese e delle
possibilità offerte dal mondo dell’industria, della libera professione e delle istituzioni pubbliche.
 
+ leggi tutto

30

Marzo

Centro Congressi Auditorium Capretti Via Piamarta, 6
Progettare la riqualificazione dell’involucro
Durante il convegno verrà affrontato il tema della riqualificazione termica e acustica del patrimonio esistente analizzando i possibili interventi. Il punto di partenza per una buona e sostenibile riqualificazione è lo studio approfondito del comportamento dell’edificio. Solo dopo una opportuna valutazione degli interventi possibili si può progettare e realizzare un nuovo involucro efficiente. Verranno quindi presentate soluzioni e criticità ed analizzate le norme e le regole da rispettare in funzione delle tipologie di intervento previste. Per quanto riguarda l’efficienza energetica verrà presentata un’analisi dettagliata del DM 26 giugno 2015 negli ambiti di applicazione legati agli edifici esistenti. Per l’acustica verranno introdotte le nuove norme di progettazione dei requisiti acustici passivi. Verranno inoltre presentate le prescrizioni sia per quanto riguarda l’efficienza energetica che l’acustica in edilizia presenti nei CAM: Criteri minimi ambientali per gli appalti pubblici.
+ leggi tutto

15

Marzo

Università degli Studi di Brescia
Master Universitario di II Livello Bim-based construction project management
Il Corso di Master Universitario si propone di formare la figura professionale del BIM-Based Project, Design & Construction Manager dedicato ai processi di realizzazione delle opere architettoniche ed edilizie e, in seconda istanza, delle opere infrastrutturali. Il nucleo di competenze è, in effetti, dato dalle conoscenze derivanti dal Project Management che consentono una migliore integrazione tra i processi decisionali della Valutazione di Fattibilità, della Progettazione, della Sele- zione dei Costruttori, della Esecuzione e del Collaudo. Il BIM-Based Construction Project Manager è, infatti, preposto a coordinare e a integrare, secondo una ottica digitalizzata, un processo complesso e multidisciplinare in un contesto che non debba essere avulso dalla Gestione del Portafoglio degli Interventi dell’At- tore, ma neppure dal sistema di vincoli
amministrativi, organizzativi, economi- ci, finanziari. Il Project BIM-Based Construction Project Manager appartiene solitamente direttamente a Strutture di Committenza o, più spesso, a Società di Gestione del Risparmio, Società di Consulenza e di Ingegneria specializzate che operano a vantaggio della Committenza, il cosiddetto Cliente, mutuando il termine dal contesto anglosassone, oppure a Imprese di Costruzioni Generali o a Forni- tori. Il Master Universitario in BIM-Based Construction Project Management si propone, pertanto, di fornire ai partecipanti i metodi e gli strumenti necessari per la Gestione delle/gli Commesse/Interventi nel settore delle Costruzioni all’interno di Strutture di Committenza Pubbliche o Private, Società di Ingegneria, Organismi di Progettazione, Imprese di Costruzioni, Fornitori Industriali. Saranno approfonditi i temi del Project Management, del Quantity Surveying, del Design Management e del Construction Management, nell’ottica dell’Information Modelling & Management.
+ leggi tutto

13

Marzo

Auditorium del Museo civico di scienze naturali - Via Antonio Federico Ozanam , 4 - Brescia
PRESENTAZIONE DEL SERVIZIO INTEGRATO SUE/SUAP OFFERTO DAL COMUNE DI BRESCIA
PROGRAMMA
ore 14:30 Registrazione dei partecipanti
ore 15:00 Saluto e introduzione del Sindaco con delega alle attività
produttive - Dr. Emilio Del Bono
ore 15:30 Saluto e prime considerazioni del Presidente della Camera di
Commercio Dr. Giuseppe Ambrosi
ore 16:00 Presentazione del modello di cooperazione Comune – Camera di
Commercio a Brescia
Marco Antonio Colosio, dirigente del S.u.a.p. di Brescia,
Antonio d’Azzeo, conservatore dell’Ufficio del registro delle
imprese di Brescia
ore 16:30 Presentazione del modello organizzativo e dei temi tecnico
giuridici Arch. Dr.ssa Ing. Alessandra Pernechele, Capo unità
gestione del territorio e S.u.a.p. del Comune di Legnago – Verona
ore 17:30 Presentazione dell’applicativo e delle utilità per l’utenza
Carmela Arciprete – Focalpoint Infocamere per il Suap della
Lombardia
ore 18:00 Interconnessione con il fascicolo informatico d'impresa e riflessi
positivi sul futuro modello organizzativo, la sperimentazione in
Lombardia
Dr.ssa Elena Galeri – Funzionario della Camera di Commercio di
Brescia – Responsabile della sperimentazione del fascicolo
informatico d’impresa
ore 18:30 Chiusura dei lavori

DATA E LUOGO DEL SEMINARIO
LUNEDI’ 13 MARZO 2017, dalle ore 14:30 alle ore 18:30
c/o Auditorium del Museo civico di scienze naturali - Via Antonio Federico Ozanam , 4 - Brescia

MODALITA’ DI ISCRIZIONE
La partecipazione al seminario è libera e gratuita. Per motivi organizzativi le iscrizioni e gli eventuali quesiti dovranno pervenire entro venerdì 10 marzo 2017, alle ore 12:00.
E-mail: servimpresa@cr.camcom.it
+ leggi tutto

04

Novembre

presso Politecnico di Milano - Campus Leonardo, aula denominata “Spazio Aperto Nave”, via Bonardi 9
IL PAESAGGIO DELLO SPAZIO PUBBLICO
Contenuti del corso
Il Politecnico di Milano, con il Patrocinio di Regione Lombardia e CROIL, organizza il 60° corso di aggiornamento quale contributo alla formazione di esperti in tutela paesaggistico-ambientale. Si privilegia il punto di vista dei professionisti e degli enti locali di governo del territorio. Il tema del corso “Il paesaggio dello spazio pubblico: progetto/processo/tecniche” parte dalla constatazione del ruolo strategico dello spazio pubblico negli interventi di riqualificazione urbana per la vivibilità da parte dei cittadini e per l’attrattività turistica, con effetti di rigenerazione urbana e ambientale. A fronte di casi di successo, anche immobiliare, si rilevano però spesso problemi di progetto e processo e/o di gestione, tecniche e materiali che se non affrontati in modo integrato sin dall’inizio portano ad occasioni sprecate o effetti controproducenti. Il corso introduce nuovi approcci
sostenibili e resilienti che prevedano flessibilità di uso nello spazio e nel tempo, tenendo presente anche l’evoluzione del quadro regolamentare e normativo. Il punto di vista è sempre quello del paesaggio, alle diverse scale, considerando il progetto dello spazio pubblico in termini di processo partecipativo per la costruzione di una visione condivisa.
Il corso intende non solo aggiornare sugli approcci internazionali e interdisciplinari sul tema dello spazio pubblico ma anche rispondere all’esigenza di competenze e saper fare tecnico: il dettaglio esecutivo è fondamentale per l’efficacia del risultato dello spazio pubblico.
+ leggi tutto